Agenzia Spaziale Italiana cerca 19 collaboratori

di RobertoR Commenta

asiL’Agenzia spaziale italiana cerca 19 collaboratori da introdurre nelle proprie strutture mediante assegni di collaborazione di ricerca. In proposito, l’Asi ha dichiarato che sono stati riaperti fino al prossimo 25 luglio 2013 i termini della selezione, per titoli e colloquio, come precisato sulla Gazzetta Ufficiale, 4ª serie speciale concorsi ed esami, n. 50 del 25 giugno.

Per quanto concerne le attività previste dai collaboratori dell’ASI, la lista è lunga: si parla infatti di attività di supporto alle relazioni istituzionali nell’ambito delle attività di ricerca nazionale dei detriti spaziali, dell’attività di analisi dell’evoluzione statutaria, regolamentare e organizzativa degli enti pubblici di ricerca alla luce del decreto legislativo n. 213/2009, e così via.

Vi sono inoltre assegni che riguardano le attività di supporto alle attività istituzionali nell’ambito del concurrent engineering, sviluppo di applicazioni marine con dati Cosmo SkyMed e di ricerca per la stima dei parametri della vegetazione oltre allo studio e alla realizzazione di strumenti di supporto generale per l’ottimizzazione dell’attività di comunicazione scientifi ca nell’ambito delle iniziative di didattica, divulgazione e public outreach.

Altresì, ricordava il quotidiano Italia Oggi, sono previsti assegni per la comunicazione istituzionale tramite strumenti multimediali, la biologia-biotecnologia in ambiente microgravitazionale, l’affidamento delle attività connesse all’esecuzione di programmi spaziali con procedure a confronto e la ricerca e innovazione nell’ambito della propulsione per lanciatori.

asi_2Infine, sono previsti assegni per le tecnologie innovative per sistemi di rientro spaziali, per la ricerca sul codice dei contratti pubblici, l’esecuzione e il contenzioso, in tema di studio e applicabilità della normativa Iva su programmi spaziali o per la definizione ed elaborazione di scenari operativi e applicativi di missione per l’utilizzo del sistema Cosmo- SkyMed e sul sistema archivistico di un ente di ricerca, o ancora per attività tecniche e scientifiche nella cooperazione internazionale di osservazione della Terra, per gli sviluppi tecnologici per programmi e missioni spaziali e riguardo ad analisi del settore spaziale italiano per l’aggiornamento periodico delle informazioni raccolte.

Per informazioni e candidature collegarsi al sito internet asi.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>