leonardo.it

I contributi obbligatori per i lavoratori agricoli 2012

 
Francesco Pentella
31 maggio 2012
Commenta

L’Inps ha reso noto i nuovi contributi obbligatori dovuti da coltivatori diretti, coloni, mezzadri e imprenditori agricoli professionali relativi all’anno 2012.

Infatti, il nostro Istituto previdenziale, con decreto della Direzione Generale per le Politiche Previdenziali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha determinato il reddito medio convenzionale, per l’anno 2012, in euro 52,45.

A questo riguardo le aliquote da applicare al suddetto reddito sono state rideterminate dal Decreto Legge n. 201/2011 convertito in Legge n. 214/2011 che all’art. 24, comma 23  prevede che, a partire dal 1° gennaio 2012, le aliquote contributive pensionistiche di finanziamento e di computo  dei lavoratori coltivatori diretti, mezzadri e coloni iscritti alla relativa gestione autonoma dell’INPS, sono quelle nelle Tabelle B e C della circolare n. 75 del 25 maggio 2012.

L’Inps ribadisce che rimangono immutate, rispetto a quelle degli anni precedenti, le aliquote da applicarsi agli Imprenditori Agricoli Professionali, per i quali l’aumento di aliquota partirà dal 2013.

L’Inps decide l’ammontare dei contributi per i lavoratori agricoli 2012

Pertanto per l’anno 2012 le aliquote da applicare ai coltivatori diretti, mezzadri, coloni e rispettivi concedenti comprensive del  contributo addizionale del 2%, previsto dall’art.12, ultimo comma, della legge 2 agosto 1990, n. 233 sono le seguenti:

  • 21,60% (ridotta a 19,40% per i soggetti di età inferiore a 21 anni) per la generalità delle imprese;
  • 18,70% (ridotta a 15,00% per i soggetti di età inferiore ai 21 anni) per le imprese ubicate in territori montani o in zone svantaggiate.

Inps, aggiornati per il 2011 i contributi agricoli

Mentre le aliquote da applicare agli Imprenditori Agricoli Professionali per l’anno 2012, comprensive del contributo addizionale del 2%, previsto dall’art.12, ultimo comma, della legge 2 agosto 1990, n. 233,sono le seguenti:

  • per i maggiori di 21 anni 20,30% (per le zone normali) e 17,30% (per i territori montani e le zone svantaggiate)
  • per i minori di 21 anni 17,80% (per le zone normali) e 12,80% (per i territori montani e le zone svantaggiate).

L’Istituto precisa, inoltre, che l’importo del contributo addizionale, di cui al comma 1, art. 17 della legge 3 giugno 1975, n. 160, per effetto del meccanismo di adeguamento periodico previsto dall’art. 22 della stessa legge, è pari, per l’anno 2012, a euro 0,63  a giornata.

Articoli Correlati
Riforma pensioni, i contributi previdenziali per lavoratori agricoli e coltivatori diretti  dal 2012

Riforma pensioni, i contributi previdenziali per lavoratori agricoli e coltivatori diretti dal 2012

La riforma Monti ha cambiato le norme contributive anche per gli imprenditori agricoli: dal 2012 aumentano i contributi agricoli previdenziali da versare. I lavoratori agricoli (coltivatori diretti, mezzadri e coloni) […]

Dall’Inps novità in fatto di liquidazione domande di indennità di disoccupazione e assegno per il nucleo familiare ai lavoratori dipendenti agricoli

Dall’Inps novità in fatto di liquidazione domande di indennità di disoccupazione e assegno per il nucleo familiare ai lavoratori dipendenti agricoli

L’INPS, con la circolare n. 10016 del 13 giugno 2012, fornisce alcune indicazioni circa la liquidazione delle domande di indennità di disoccupazione e assegno per il nucleo familiare ai lavoratori […]

L’Inps decide l’ammontare dei contributi per i lavoratori agricoli 2012

L’Inps decide l’ammontare dei contributi per i lavoratori agricoli 2012

Il nostro Istituto previdenziale, con le circolari n. 74 e n. 75 del 25 maggio 2012, rende noto l’ammontare dei contributi dovuti per l’anno 2012, rispettivamente, dai concedenti per i […]

La contribuzione volontaria dei lavoratori non agricoli

La contribuzione volontaria dei lavoratori non agricoli

In base alla variazione percentuale dell’indice dei prezzi al consumo verificatasi tra il periodo gennaio-dicembre 2010 ed il periodo gennaio-dicembre 2011, calcolata dall’Istat nella misura del 2,70%, sono stati stabiliti […]

Inps, aggiornati per il 2011 i contributi agricoli

Inps, aggiornati per il 2011 i contributi agricoli

L’Inps, con circolare n. 76 del 23 maggio 2011, ha reso noto di aver aggiornato i contributi obbligatori dovuti da coltivatori diretti, coloni, mezzadri e imprenditori agricoli professionali. L’Istituto ricorda […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento