Educatore di Asili Nido e Insegnante della Scuola d’Infanzia, 51 posti a Fiumicino

di Fabiana Commenta

Sono 51 i posti a tempo indeterminato disponibili nella città di Fiumicino, in provincia di Roma nel campo dell’insegnamento: il Comune ha indetto due selezioni pubbliche per la copertura di 32 posti a tempo indeterminato e pieno di Educatore di Asili Nido – Categoria C1 e per la copertura di 19 posti a tempo indeterminato e pieno di Insegnante della Scuola d’Infanzia – Categoria C1.

asilo nido concorso

Il bando in questione prevede le selezioni per

32 posti di Educatore Asilo Nido, (categoria C1), con riserva, nel limite del 50% (n. 16 posti), a favore di coloro che, alla data del 25 giugno 2016, abbiano maturato almeno tre anni di servizio a tempo determinato presso il Comune di Fiumicino in qualità di Educatore Asilo Nido, 

19 posti di Insegnante della Scuola d’Infanzia, (categoria C1), con riserva, nel limite del 50% (n. 9 posti), a favore di coloro che, alla data del 25 giugno 2016, abbiano maturato almeno tre anni di servizio a tempo determinato presso il Comune di Fiumicino in qualità di Insegnante della Scuola d’Infanzia.

Per poter partecipare al concorso per Educatore di Asilo Nido è necessario essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

•Diploma di Scuola Magistrale;

•Diploma di Istituto Magistrale

•Diploma di Vigilatore d’Infanzia;

•Diploma di Puericultrice;

•Diploma di Assistente d’Infanzia;

•Diploma Professionale d’Assistente di Comunità Infantile;

•Diploma di Maturità Tecnica Femminile (Specializzazione di Dirigente di Comunità);

•Diploma di Liceo Psicopedagogico;

•Diploma di abilitazione all’insegnamento nelle scuole del grado preparatorio;

•Laurea in Scienze dell’Educazione;

•Laurea in Pedagogia;

•Laurea in Psicologia;

•Laurea in Scienze della Formazione Primaria;

•Laurea triennale di cui alla classe L19 del Decreto del Ministero dell’Università e della ricerca 26 luglio 2007 “scienze dell’educazione e della formazione”;

•Laurea Magistrale prevista dal Decreto del Ministero dell’Università e della ricerca 16.3.2007 “Determinazione delle classi di laurea magistrale” di cui alle classi: LM50, programmazione e gestione dei servizi educativi; LM57, scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua; LM85, scienze pedagogiche; LM93, teorie e metodologie dell’e-learning e della media education e altra classe di laurea magistrale equiparata a scienze dell’educazione “vecchio ordinamento”;

•Laurea in Lettere e Filosofia con indirizzo psicopedagogico;

•Laurea in Discipline Umanistiche o Sociali con Master universitario di primo o secondo livello avente per oggetto la prima infanzia.

Per il profilo di Insegnante della Scuola d’Infanzia si richiede invece il possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

•Diploma di Scuola Magistrale (conseguito entro l’a.s. 2001-2002);

•Diploma di istituto Magistrale(conseguito entro l’a.s. 2001-2002);

•Diploma di Liceo Psicopedagogico (conseguito entro l’a.s. 2001 – 2002);

•Diploma di Laurea vecchio ordinamento (DL) in Scienze della Formazione primaria – indirizzo Scuola Materna;

•Laurea Magistrale (LM) a ciclo unico in Scienze della Formazione Primaria (classe LM-85 bis)

La prova d’esame consiste in un colloquio che dovrà valutare sia la preparazione del candidato sui temi oggetto del programma d’esame, ma anche gli aspetti relazionali e motivazionali che caratterizzano il profilo professionale di educatore unitamente alla capacità di risoluzione dei problemi.

Materie d’esame per il profilo di Educatore di Asilo Nido: Elementi di pedagogia e psicologia della prima infanzia; Strategie educative negli asili nido; Nozioni di igiene e puericultura; Regolamento del Comune di Fiumicino degli Asili Nido; Nozioni sull’ordinamento degli Enti Locali.

Materie d’esame per il profilo di Insegnante della Scuola d’Infanzia saranno invece: Bambini, bambine, famiglie e contesti di sviluppo; Identità, funzioni e compiti della scuola dell’infanzia; Il curricolo della scuola dell’infanzia; Regolamento del Comune di Fiumicino della scuola materna; Nozioni sull’ordinamento degli Enti Locali. Durante la prova orale sarà accertata anche la conoscenza della lingua straniera prescelta tra inglese, francese e spagnolo, mediante lettura e traduzione di breve testo senza l’ausilio del vocabolario e la conoscenza delle strumentazioni informatiche di maggiore diffusione.

In base al numero delle richieste, l’esame orale potrebbe essere preceduto da una prova preselettiva. Le domande di ammissione alle selezioni vanno redatte in carta semplice anche utilizzando l’apposito modulo allegato ai bandi (allegato A) ed inviate entro e non oltre il 25 giugno 2017.

photo credits | thinkstock

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>