Invalidi al 100%, benefici e agevolazioni

di Francesco Pentella 17

Una persona riconosciuta invalida civile al 100% ha diritto a diversi benefici e agevolazioni.

Per prima cosa ha diritto ad una pensione di inabilità pari a 256.67 euro purché non superi il limite di 15.154,24 euro di reddito personale.

Non solo, la pensione di inabilità spetta in misura intera anche se l’invalido è ricoverato in istituto pubblico che provvede al suo sostentamento (legge 33/1980).

L’invalido ha diritto ad una indennità di frequenza per i minori (256,67 euro) purché non si superino i 4.408,95 euro di reddito personale e si certifichi la frequenza scolastica o presso centri di riabilitazione.

La persona titolare di invalidità civile ha diritto all’indennità di accompagnamento (480,47 euro) attraverso una richiesta specifica all’Azienda Sanitaria di competenza e l’iscrizione negli elenchi del collocamento mirato (dai 15 anni all’età pensionabile se sussistono residue capacità lavorative).

È possibile anche ottenere una fornitura gratuita di ausili e protesi da parte del Servizio Sanitario Nazionale inerenti alle patologie indicate nel verbale (contenuti nel Nomenclatore Tariffario Nazionale) e a fronte di prescrizione specialistica.

Dispone dell’esenzione totale dal pagamento del ticket sui farmaci, compresa la quota fissa e dell’esenzione totale dal pagamento del ticket per prestazioni specialistiche (visite specialistiche ed esami diagnostici).

L’invalido dispone anche dell’esenzione totale dal pagamento del ticket per le cure termali (due cicli all’anno) e l’esenzione dal pagamento delle tasse universitarie o relative alla frequenza di istituti e scuole secondarie (purché il reddito familiare non superi un importo stabilito annualmente).

È possibile anche richiedere contributi regionali per l’acquisto di strumenti e sussidi tecnici e informatici e per l’eliminazione delle barriere architettoniche in edifici privati e pubblici: queste due agevolazioni spettano anche ai familiari dei disabili che siano fiscalmente a carico, cioè che non abbiano un reddito complessivo superiore a 2.840,51 euro.

Stesso discorso per il beneficio alla riduzione del 50% del canone Telecom, in questo caso l’ISEE non deve essere superiore a 6.710,05 euro.

Nel nostro sistema di tutele è anche possibile ottenere l’esenzione della tassa per i telefoni cellulari (solo disabili motori e sensoriali) e la tessera regionale trasporti gratuita.

Esistono poi altre agevolazioni locali, in questo caso è necessario informarsi presso il comune di residenza.

Commenti

  1. “L’articolo 2 della legge prevede, in via sperimentale per il triennio 2010-2012, il riconoscimento, su richiesta, del diritto all’erogazione anticipata del trattamento pensionistico in favore delle lavoratrici e dei lavoratori dipendenti o autonomi dei settori privati, iscritti alle gestioni dell’Inps, che si dedicano al lavoro di cura e di assistenza di familiari disabili come indicati anche nell’articolo 1.”

    Ma a quali casi è riferito questo articolo di legge ? io ho un figlio disabile dalla nascita al 100% lavoro ho circa 24 anni di contributi ho 56 anni di età ed un riconoscimentto del 75% di invalidità.
    E’ possibile un prepensionamento?
    Sarei grata di una risposta
    grazie per l’attenzione
    Paola

  2. per quanto riguarda i dipendenti pubblici non è previsto nulla. Io al momento usufruisco della legge 104 con astensione dal lavoro er un massimo di 2 anni, dopodichè dovrei assumere una persona per assistere mia madre inv.100%.
    E’ previsto qualcosa in futuro? Mi piacerebbe avere una risposta
    grazie .
    Elena

  3. Scusate dimenticavo io ho %% anni e 37 anni di servizio ma con le nuove leggi per andare in pensione il momento si allontana sempre di più
    ecco il motivo del mio interessecome detto nella mail precedente.
    grazie ancora
    Elena

  4. salve …
    sono imp. statale anni 62 e 32 anni di contributi >>>la CMO mi ha riconosciuto inidoneo permanentemente al servizio …l’inpdap mi ha liquidato la pensione di inabilità …premetto di essere invalido all’80% dal 2005 x cui ho maturato circa 12 mesi di contributi figurativi …
    chiedo :
    è equiparata tale inabilità anche come invalidità civile ?

    cordialmente ringrazio !

  5. ciao sono stefano.vorrei sapere se la pensione d.invalidita e inabilita puo essere pignonata.grazie

  6. Con le attuali misure finanziarie quali saranno i benefici che hanno concesso agli invalidi civili che hanno il 100% di invalidità e che sul decreto per la 104 hanno la letera D? I

  7. sono Giuseppe e sono stato operato ad un tumore vorrei sapere se ho diritto alla pensione in anticipo visto che ho 39 anni di contributi e 55 di età anagrafica. premetto che stando ad gli ultimi esami si dovrebbe essere risolto il tutto ma dal USL sono stato riconosciuto con 048 per 5 anni esonerato per qualsiasi pagamenti del tek
    in attesa di una risposta ringrazio in anticipo
    Giuseppe

  8. Mio figlio 13 anni 100./. Invalidità legge 104 domanda al padronato dragona dicembre 2011 riempito formulario x pagamento indennità frequenza ad oggi nulla, nemmeno verbale di quanto gli spetta in euro mensili. I tempi d’attesa a Ostia Roma? Grazie Ida

  9. Qualcuno mi sa dire quanti mesi devono passare x ricevere pagamento indennità frequenza x minore invalido 100./. Legge104 a Roma???? Grazie in anticipo

  10. sono Giuseppe e ho un invalidità civile del 67% con in corso un aggravamento che vantaggi ho se rimango con la solita invalidità per il lavoro e quanto invalidità devo avere per avvicinarmi alla pensione contributiva visto che nel gennaio del 2013 maturo 35 di contributi lavorativi in cui 30 anni a ciclo continuo su tre turni in un stabilimento cartaio, in cui dovrei avere anche il vantaggio dei lavori usuranti, visto che sono oltre 78 nottate l’anno.
    premetto che ho iniziato a lavorare il gennaio 1976 e a oggi ho 54 anni con il problema di un intervento avvenuto il 7 ottobre del 2011 per un tumore maligno e tutto ora sono sotto cura, l’intervento durato 5,30 esprtazione radicale della prostata, il primo di febbraio del 2012 ho ripreso il lavoro con molta fatica e sofferenza, questo per non avere il pensiero di tutto ciò che tutto oggi devo affrontare.
    il datore di lavoro cosa deve fare nei miei confronti e la legge cosa dice.
    l’inps mi ha detto in una prima vista che non ho diritto a nulla questo è vero , fatto la domanda di ricorso e sono in attesa .
    grazie in anticipo per la sua risposta
    Giuseppe

  11. Ho 80 anni sono invalido al 100% art. 8/01 vo n. 509/1988 vorrei sapere se posso avere l’agevolazione fiscale per l’acquisto della vettura.
    Grazie per la risposta

  12. Ringrazio per queste informazioni. Ho una domanda: mio padre pensionato al minimo, datore di lavoro della badante assunta per mia madre invalida 100% e titolare di pensione minima e di accompagnamento, PUO’ detrarre o dedurre dalle tasse lo stipendio e i contributi spesi considerando che NON HANNO altre entrate?
    Spero di leggere al più presto la vs. gentile risposta, grazio
    Maria Pia Raggio

    20 gennaio 2014

  13. Invalido 100 per cento Più legge 104 Articolo 3 comma 3 A quali vantaggi ho diritto Premetto che ho 68 anni COSA PREVEDE LA REGIONE SARDEGNA NON HO RICONOSCIUTO L’ACCOMPAGNAMENTO PAOLO BRUNO COSSU ALGHERO SARDEGNA

  14. ho un figlio invalido100x100 riconosciuto in Francia ,ma e doppio cittadino ,io lavoro aRoma e mi manca “anni lavorativi per andare in pensione ,ma mio figlio non puo stare solo cosa devo fare ;grazi distinti saluti