Infermieri in Friuli Venezia Giulia, maxi bando per 545 figure

di Fabiana Commenta

Il nuovo anno si apre con la maxi assunzione di infermieri in Friuli Venezia Giulia: c’è tempo fino al 10 gennaio 2019 per poter inviare la propria candidatura e partecipare al concorso indetto dall’ente gestione accentrata dei servizi condivisi di Udine. 

Il concorso è volto al reclutamento di 545 infermieri – cat. D da assegnare agli Enti del Servizio sanitario regionale: la candidatura può essere effettuata solo ed esclusivamente attraverso procedura telematica dal sito EGAS entro il 10 gennaio 2019 (qui link diretto del sito). 

Ecco i requisiti necessari per poter partecipare:

cittadinanza italiana o cittadinanza di uno dei paesi membri dell’Unione Europea;

età non inferiore agli anni 18;

laurea in “Infermieristica”, classe L/SNT1;

oppure diploma universitario di infermiere conseguito ai sensi dell’articolo 6, comma 3, del D.Lgs. 30.12.1992, n. 502 e s.m.i oppure diploma o attestato conseguito in base al precedente ordinamento, riconosciuto equipollente, ai sensi della L. n. 42/1999, al diploma universitario oppure titolo di studio conseguito all’estero riconosciuto;

iscrizione all’ordine professionale degli infermieri;

godimento dei diritti civili e politici;

non essere stati dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione;

adeguata conoscenza della lingua italiana.

Le prove potranno essere precedute da una preselezione, che consisterà nella risoluzione di un test basato su domande a risposta multipla, materie delle prove concorsuali ed elementi di cultura generale. 

Per superare il concorso è necessario sottoporsi alle seguenti prove d’esame: 

prova scritta: svolgimento di un tema o soluzione di quesiti a risposta sintetica;

prova pratica: verifica delle conoscenze, delle tecniche e delle prestazioni infermieristiche assistenziali ovvero degli aspetti organizzativi, di ricerca, evidence based nursed e relazionali della disciplina infermieristica ovvero tesi alla soluzione di casi assistenziali, simulazione di interventi, di percorsi diagnostico terapeutici e di processi clinico assistenziali. La prova potrà essere effettuata anche in forma scritta richiedendo al candidato la soluzione di quesiti a risposta multipla;

prova orale: colloquio attinente le discipline proposte per la prova scritta con approfondimenti relativi a modelli assistenziali e conseguente organizzazione dei piani di attività e la gestione delle risorse umane e materiali riferite al processo assistenziale. Il colloquio è volto anche alla verifica della conoscenza, almeno a livello iniziale, della lingua inglese e degli elementi di informatica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>