Come diventare assistente di produzione televisiva

di Piero 81 Commenta

Volete svolgere la vostra carriera all’interno del settore televisivo? Lavorare nel mondo della televisione è un sogno ad occhi aperti per molti giovani e tale ambiente affascina soprattutto per il tipo di produzioni che possono essere trovate, le quali spaziano tra una grande varietà di generi. In ogni produzione televisiva una figura di grande importanza è quella del direttore di produzione, il quale si occupa delle necessità amministrative, tecniche e logistiche della produzione stessa. Nel suo lavoro quotidiano è però sempre affiancato da un’ altra figura professionale, quella dell’assistente di produzione, le cui mansioni sono strettamente collegate con la produzione con cui lavora.

Ma come si fa a diventare assistente di produzione? Quali sono gli studi da compiere per svolgere questo lavoro e quali i corsi di formazione da frequentare? Quali sono le competenze che servono a coloro che vogliono svolgere questo lavoro?

Come diventare regista di cortometraggi

In questa piccola guida abbiamo raccolto tutte le indicazioni, i consigli e i suggerimenti per arrivare a lavorare in questo campo.

Come diventare cameraman – operatore di ripresa

Come diventare assistente di produzione televisiva

Per diventare assistente di produzione televisiva è necessario possedere in primo luogo alcune doti personali, come ad esempio una buona versatilità e molte capacità organizzative, ma anche buone doti di comunicazione e gestione delle situazioni complesse grazie a cui si devono svolgere molte funzioni.

Le facoltà che preparano meglio a questo tipo di lavoro sono Scienze della Comunicazione o Discipline delle arti, della musica e dello spettacolo cioè il Dams e qualsiasi facoltà di tipo umanistico. L’ assistente di produzione televisiva svolge un ruolo importante nei confronti di tutta la produzione grazie alla sua funzione di supporto. Il suo compito è quello di lavorare a stretto contatto con tutti i componenti dello staff compresi gli autori e di pianificare le riunioni tra i diversi membri del personale e in seguito di redigerne i verbali.

Per questo motivo partecipa ed è presente in tutte le fasi di produzione, compiendo anche compiti delicati come quello della gestione dei permessi per la tutela del diritto d’ autore. Tra i suoi compiti vi è anche quello di lavorare per le diverse trasferte che la troupe deve affrontare per realizzare eventuali riprese e fare in modo che disponga sempre di tutti gli strumenti necessari. L’ assistente di produzione televisiva è anche colui che svolge una funzione di coordinamento tra tutti i reparti, facendo lavorare in armonia tecnici, coreografi, scenografi e autori e ricevendo le istruzioni da parte del direttore. Suo infatti è il compito di organizzare una efficace programmazione quotidiana. Vediamo quindi quali competenze deve possedere un assistente di produzione per compiere questo complesso lavoro.

Le competenze sono versatili e devono spaziare dalla produzione all’ amministrazione, alla contabilità. Sarà necessario se possibile parlare più lingue, in particolare l’ inglese. Oltre alle competenze di lingua sarà necessario avere competenze sia nel ramo informatico che in quello delle nuove tecnologie, oltre ad avere delle varie doti strategiche. L’ assistente di produzione dovrà essere anche un bravo comunicatore oltre a possedere il dono della flessibilità. È sempre utile inoltre acquisire esperienza nel proprio campo per ambire ai migliori posti di lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>