Come diventare marketing manager

di Piero 81 Commenta

In tutte le grandi società multinazionali del globo c’è senza dubbio una figura professionale che svolge il ruolo di marketing manager. Il marketing manager è una figura cardine di tutte le grandi società che si occupano di vendita e commercio e persino in quelle di più piccole dimensioni ha una sua posizione. Il suo compito principale è quello di monitorare costantemente i mercati, in particolare i mercati in cui è inserito il prodotto specifico di propria competenza, per tenere d’occhio l’evoluzione della domanda e dell’offerta. Il marketing manager è cioè una figura professionale ad alta specializzazione, che di certo non può improvvisare le proprie competenze. 

Per diventare marketing manager sarà necessario seguire un preciso percorso di studi, che porterà gli interessati a raggiungere le più alte vette professionali. Alle conoscenze di tipo teorico andrà affiancata anche la pratica, svolta attraverso diversi ruoli e situazioni.

Come diventare consulente assicurativo

Per chi vuole arrivare a ricoprire il ruolo di marketig manager ecco quindi in questo post alcune indicazioni sul percorso da seguire e sulle capacità da maturare per raggiungere al meglio la posizione desiderata. Un buon trampolino di lancio per iniziare, come è possibile immaginare, sarà però una laurea in discipline economiche, seguita da una serie di corsi di formazione e stage nel settore.

Come diventare avvocato a Londra

Come diventare marketing manager

Come abbiamo anticipato, per diventare marketing manager è necessario avere al proprio attivo un buon titolo di studio. L’ideale sarebbe quello di conseguire una laurea in discipline economiche, in particolare in economia e commercio, oppure un laurea in economia aziendale. Una alternativa possibile è poi quella di una laurea in scienze della comunicazione, a seconda del settore di produzione in cui si vuole lavorare.

Le conoscenze di base fornite da una laurea magistrale possono poi essere integrate con una serie di corsi di specializzazione o master, in seguito ai quali, se si è abbastanza giovani è possibile svolgere stage o tirocini. Ecco quindi quali saranno gli altri passi da compiere al fine di raggiungere il proprio obiettivo.

Una volta iniziato il proprio percorso di formazione attraverso la frequentazione di stage e tirocini, l’aspirante marketing manager dovrà seguire un cammino lungo e spesso accidentato, che lo porterà prima a svolgere il ruolo di assistente di marketing e successivamente quello di product manager, un primo posto di responsabilità. Un passo successivo sarà quello di diventare brand manager, ovvero colui che si occupa della valorizzazione del marchio e dell’impresa.

Il marketing manager è dotato di grande spirito imprenditoriale, ma anche capacità di analisi e sintesi, risolutezza, team working, e creatività.

Tra i compiti tipici di un marketing manager vi sono il compimento di ricerche di mercato, l’analisi dell’andamento del mercato stesso e l’assunzione di decisioni in merito al piano di marketing che si è creato, nonché le interazioni con gli altri settori dell’azienda. Il marketing manager, oltre ad avere spiccate doti di analisi, deve avere anche importanti doti creative, le quali permettono di stilare al meglio il piano di comunicazione aziendale, relativo al particolare settore di impresa in cui l’azienda opera.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>