Piombino, il concorso per Educatori Asilo Nido

di Fabiana Commenta

 

C’è tempo fino al 29 Luglio 2019 per inviare la propria candidatura per partecipare al concorso per Educatori Asilo Nido indetto dal Comune di Piombino. 

Il concorso è volto all’assunzione a tempo pieno di sei Educatori Asilo Nido – Cat. C, posizione economica C1: le risorse verranno assegnate ai Comuni di Piombino, Campiglia Marittima e San Vincenzo.

Le domande dovranno pervenire al Comune di Piombino. Servizio Personale e Organizzazione Via Ferruccio, 4 57025 Piombino (LI) e potranno essere consegnate attraverso svariate modalità.

Potranno essere consegnate a mano presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Piombino entro le ore 13,00 del giorno di scadenza del bando; tramite la posta con raccomandata con avviso di ricevimento, tramite posta certificata (all’indirizzo) [email protected] (qui nel dettaglio il bando). 

I requisiti

Ma quali sono i requisiti per poter partecipare al concorso del Comune di Piombino? 

Eccoli qui: si richiedono

cittadinanza italiana o di uno Stato membro dell’Unione Europea;

godimento dei diritti civili e politici;

non aver riportato condanne penali che impediscano la costituzione del rapporto di pubblico impiego;

non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica amministrazione;

idoneità fisica all’impiego per lo svolgimento delle mansioni relative al profilo professionale da ricoprire;

posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva per i candidati di sesso maschile nati entro il 31.12.1985;

possesso di uno dei titoli di studio per l’accesso al posto di educatore asili nido (maggiori dettagli nel bando sotto allegato).

Si segnala che 3 posti sono riservati prioritariamente a volontari delle FF.AA.

Prove d’esame

Se dovesse pervenire un numero superiore di domande di ammissione superiore alle 50 unità, è previsto lo svolgimento di una prova preselettiva.

In ogni caso sono previste due prove d’esame, una scritta ed una orale, che verteranno su determinati argomenti_ 

  • normativa e Regolamenti Nazionali e della Regione Toscana in tema di istruzione e servizi educativi per l’infanzia (maggiori dettagli nel bando sotto allegato);
  • psicologia dello sviluppo infantile con particolare riferimento alla fascia 0-6 anni;
  • pedagogia generale: principali teorie e modelli di riferimento;
  • pedagogia e psicologia della relazione nel contesto del servizio educativo;
  • teorie, modelli e buone pratiche educative per favorire l’inclusione, in particolare sul tema della disabilità e dell’intercultura;
  • progetto pedagogico, progetto educativo e progettazione educativa;
  • teorie generali e metodologia di lavoro sulla continuità educativa tra servizi all’infanzia/famiglia/scuola, curriculum 0-6 anni;
  • l’osservazione e la documentazione: teorie, metodologie, tecniche e significati;
  • valutazione della qualità nei servizi alla prima infanzia: teorie e modelli operativi;
  • il lavoro di rete: teorie, modelli e metodi di lavoro sulle reti e sul lavoro in rete;
  • assetto generale degli Enti Locali e cenni sul decreto legislativo 267/2000;
  • d.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i. nozioni sulla prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro, con particolare attenzione alle professioni a rischio di burnout e stress lavoro correlato;
  • codice di comportamento dei pubblici dipendenti;
  • cenni sulla normativa della privacy;
  • accertamento della lingua inglese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>