Tecnologie e industria 4.0: quali percorsi formativi ci sono per i giovani?

di Gio Tuzzi 2

Approfondiamo un mondo che va assolutamente conosciuto in ogni dettaglio possibile

La grande diffusione delle nuove tecnologie, in particolar modo quelle digitali, sta portando ad una vera e propria rivoluzione delle imprese in Italia, con una realtà che dovrà essere in grado non solamente di trattare i prodotti, ma anche dati e informazioni con l’intento di ottimizzare il più possibile ogni processo, inclusi pure quelli di scambio tra clienti e fornitori.

industria 4.0

E le nuove tecnologie dell’industria 4.0 aprono indubbiamente anche alla proposta di nuove figure in ambito lavorativo, a cui potrebbero avere accesso soprattutto i giovani. È importante, in tale ottica, prestare la massima attenzione alla formazione, con l’organizzazione di corsi di studio che possano garantire degli sbocchi professionali concreti e stimolanti, in maniera tale che i giovani possano arrivare all’impatto con il mondo del lavoro già con le competenze e le qualità ideali per maneggiare le tecnologie dell’industria 4.0.

Sbocchi professionali e corsi

I corsi proposti da parte di ITS rappresentano dei percorsi formativi altamente qualificati, il cui l’intento principale è quello di favorire la diffusione di innovazione e trasferimento tecnologico seguendo l’approccio della Smart Specialisation. ITS garantisce corsi di formazione in 6 aree tecnologiche differenti.

Settore energetico e nuove tecnologie. La prima area è quella dell’efficienza energetica, un settore ideale in cui lavorare per chi ha a cuore il destino del pianeta e il rispetto dell’ambiente in cui viviamo. In questo caso, la formazione è per la figura specifica di tecnico superiore per l’approvvigionamento energetico e la costruzione di impianti, che opera in modo particolare nel settore energetico, in modo specifico quello da fonti rinnovabili, così come si tratta di un ruolo fondamentale durante le varie fasi che caratterizzano il processo di realizzazione di impianto per produrre e distribuire energia. Il secondo sbocco professionale legato al settore dell’efficienza energetica prevede la formazione di due differenti figure. La prima è quella del tecnico superiore per la gestione e verifica di impianti energetici, che lavora nell’ambito dell’analisi e della gestione di tecniche per la produzione, trasformazione e distribuzione dell’energia, e la seconda è quella del tecnico superiore per il risparmio energetico nell’edilizia sostenibile, che lavora nel campo dell’analisi, sviluppo e progettazione di costruzioni seguendo i principi dell’edilizia sostenibile.

La mobilità sostenibile. Un ambito ideale per chi crede nella sostenibilità come vero e proprio pilastro anche per il mondo dei trasporti del futuro. In questo caso, il corso specifico proposto da ITS permette di specializzarsi, in primo luogo, come tecnico superiore per la mobilità delle persone e delle merci, una figura che opera nel settore della mobilità e si occupa di organizzare, gestire e rendere più efficiente il trasferimento sia di persone che di merci. Un altro sbocco professionale è quello come tecnico superiore per la produzione e manutenzione di mezzi di trasporto e/o relative infrastrutture. La terza figura che viene formata è quella di tecnico superiore per l’infomobilità e le infrastrutture logistiche.

Biotecnologie industriali e ambientali. Anche in questo caso, sono vari gli sbocchi professionali garantiti: il primo è quello come tecnico superiore per la ricerca e lo sviluppo di prodotti e processi a base biotecnologica, che opera nel settore della ricerca e produzione di molecole, ma anche come tecnico superiore per la produzione di apparecchi dispositivi diagnostici, terapeutici e riabilitativi, che lavora nell’ambito della ricerca e produzione di dispositivi biomedicali.

Nuove tecnologie per il made in Italy. Grazie ai corsi organizzati nel settore agro-alimentare, sono ben tre gli sbocchi professionali proposti. Partiamo dal tecnico superiore responsabile delle produzioni e delle trasformazioni agrarie, agroalimentari e agroindustriali, che lavora nella filiera di produzione del settore agrario, il tecnico superiore per il controllo, valorizzazione e marketing delle produzioni agrarie, agro-alimentari e agro-industriali, e il tecnico superiore per la gestione dell’ambiente nel sistema agroalimentare. Nei sistemi legati alle abitazioni, invece, vengono formate figure come il tecnico superiore per l’innovazione e la qualità, che lavora in ambito edile, e il tecnico superiore di processo, prodotto, comunicazione e marketing per il settore arredamento. Nel sistema della meccanica vengono formate figure come il tecnico superiore per l’innovazione di processi e prodotti meccanici e il tecnico superiore per l’automazione e i sistemi meccatronici. Nell’ambito del sistema moda, vengono formate figure come il tecnico superiore per il coordinamento dei processi di progettazione, comunicazione e marketing del prodotto moda, tecnico superiore di processo e prodotto per la nobilitazione degli articoli tessili, mentre nei servizi alle imprese vengono formate figure come il tecnico superiore per il marketing e l’internazionalizzazione delle imprese e il tecnico superiore per la sostenibilità dei prodotti.

Tecnologie innovative per turismo e attività culturali. Da notare in questo campo la possibilità di ricevere, tramite i corsi ITS, adeguata formazione come tecnico superiore per la promozione e il marketing delle filiere turistiche e attività culturali, ma anche come tecnico superiore per la gestione di strutture turistico-ricettive. Nell’ambito dei beni culturali, invece, vengono formate figure come il tecnico superiore per la conduzione di cantieri e restauri architettonici e il tecnico superiore per la produzione/riproduzione di artefatti artistici.

Tecnologia della comunicazione e dell’informazione. Nell’ambito dello sviluppo di sistemi software, uno dei possibili sbocchi professionali è come tecnico superiore per i metodi e le tecnologie per lo sviluppo di sistemi software, ma anche come tecnico superiore per l’organizzazione e la fruizione dell’informazione e della conoscenza, così come tecnico superiore per le architetture e le infrastrutture per i sistemi di comunicazione.

Commenti (2)

  1. Corsi inutili in quanto le aziende ti scartano se non hai esperienza lavorativa certificata e pluriennale.

  2. Un’agenzia interinale mangiasoldi mi ha proposto un corso di formazione di progettazione siti web, dopo questo corso NON ho mai trovato lavoro! Fra l’altro ne sapevo più io di quel presunto professore che ha svolto il corso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>