Come aprire una ludoteca

di Redazione 3

Chi ama prendersi cura dei bambini può intraprendere una nuova attività imprenditoriale che consiste nell’apertura di una ludoteca, soprattutto dal momento che sono aumentate le richieste nel campo dei servizi all’infanzia.

La ludoteca è una struttura che si rivolge a bambini di età compresa fra i 3 e i 14 anni in cui è possibile effettuare attività ricreative e di gioco. A differenza dell’asilo nido, che deve avere precisi requisiti di struttura ed organizzazione per essere aperta, la ludoteca non ha specifiche modalità di funzionamento, e al suo interno non è presente neanche il servizio mensa.

Per aprire una ludoteca è necessario attenersi a determinate regole e norme. Questa struttura è gestita da personale specializzato, nonostante non si richieda un titolo di studio attinente per aprirla. E’ preferibile però che chi apra una ludoteca, abbia maturato una precedente esperienza nel campo dell’infanzia.

Per aprire una ludoteca è possibile trovare un locale  non troppo grande, ma che  sia adatto allo scopo della struttura. E’ preferibile usare strutture mobili (come ad esempio muri divisori) in modo tale che si possano modificare gli ambienti con facilità a seconda delle esigenze. Questi locali devono essere conformi ai regolamenti urbanistici ed edilizi, devono rispettare le norme igienico-sanitarie e le barriere architettoniche previste dalla legge n. 104 del 1992. Per avere un’adeguata ludoteca, è consigliabile che tale struttura si trovi al piano terra ed abbia uno spazio all’aperto che venga adibito alle attività ricreative da fare all’esterno.

Chi desidera aprire una ludoteca deve comunicarlo all’Ufficio delle Attività produttive e Commercio del proprio Comune. Ogni Regione ha una legislazione specifica su come comportarsi per questo tipo di attività imprenditoriale.

Per aprire una ludoteca, è possibile ricevere dei finanziamenti che provengono dai fondi affidati dalle regioni ai comuni. Per avere maggiori informazioni al riguardo, è necessario chiedere all’ufficio Pubblica Istruzione dei comuni o all’ufficio Servizi Sociali delle Regioni. Si possono trovare informazioni anche sui siti istituzionali dedicati ai minori. Si può aprire una ludoteca da privato o attraverso una cooperativa o associazione culturale. Sia un caso che nell’altro, è possibile ottenere facilitazioni fiscali. E’ possibile anche aprire una ludoteca in franchising.

Per avere maggiori informazioni, è possibile consultare i seguenti link:

Creaimpresa

Commenti (3)

  1. Dovresste specificare che vi riferite ad una ludoteca per bambibi, e non ad una ludoteca per adulti…

  2. @ Pjt:

    Salve pjt,se legge attentamente l’articolo si renderà conto che all’interno di esso è specificata la fascia d’età a cui è rivolta.. 🙂

  3. @ Monia:
    Scusa, mi sono espresso male. Quello che volevo dire è che nell’articolo date per scontato che una ludoteca sia solo per bambini, mentre ci sono quelle destinate ad un’utenza adulta (ovviamente con finalità differenti).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>