Fincantieri: Costa Venezia è pronta a partire per la Cina

di Clara S Commenta

Fincantieri Costa Venezia Cina

Eccola la nave destinata alla Cina, Fincantieri oggi a Monfalcone l’ha consegnata al Gruppo Costa.

Costa Venezia farà rivivere agli ospiti cinesi l’unicità della cultura veneziana e italiana. Il teatro della nave è ispirato al teatro veneziano “La Fenice”, mentre l’atrio principale ricorda “Piazza San Marco”.

I ristoranti a bordo della nave ricalcano la tipica architettura delle calli e dei campi veneziani e passeggiando all’interno di Costa Venezia si possono trovare anche delle vere e proprie gondole, realizzate dagli artigiani dello Squero di San Trovaso.

La cerimonia di consegna si è tenuta alla presenza dei vertici di Fincantieri, del President & CEO di Carnival Corporation, Arnold Donald, dell’Amministratore Delegato del Gruppo Costa e Carnival Asia, Michael Thamm, del ministro dell’Interno, MatteoSalvini, del viceministro alle Infrastrutture, Edoardo Rixi, del sottosegretario all’Ambiente, Vannia Gava, del governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, dell’assessore regionale alle Infrastrutture, GrazianoPizzimenti, e del sindaco di Monfalcone, Anna Maria Cisint.

A margine della cerimonia, il vicepremier Matteo Salvini trattenendosi con i giornalisti, ha detto: “Fincantieri rappresenta migliaia di posti di lavoro in Fvg, e oggi chiederò all’amministratore delegato che ce ne siano anche di più, soprattutto fra gli italiani”.

In merito alla riconferma di Bono quale amministratore delegato ha precisato: “Squadra che vince non si cambia, Fincantieri è una delle aziende che assume di più e che esporta di più. Il governo del cambiamento, riconosce chi sa fare bene il suo lavoro e va avanti”.

“Come azienda – ha dichiarato l’ad Giuseppe Bono nel suo intervento – abbiamo sempre avuto l’appoggio del Governo, non solo in Italia ma anche all’estero. Probabilmente si sono resi conto che quello che facciamo, lo facciamo per il Paese. Lo abbiamo sempre fatto e lo continueremo a fare, ma non lo possiamo da fare da soli. Tutti insieme lo possiamo fare”.

Aggiungendo inoltre: “Per noi “Costa Venezia” è l’emblema di ciò che sappiamo fare e dove intendiamo arrivare, ma è anche il prodotto della partnership storica con il Gruppo Carnival e con Costa Crociere, che esalta la tradizione della manifattura e delle capacità italiane proiettandole verso altri confini”.

“Come leader consolidato di settore – ha sostenuto l’amministratore delegato -, il nostro contributo all’industria crocieristica, tra unità consegnate e quelle in ordine, si porterà nei prossimi anni a 143 navi, con un passeggero su tre che viaggerà sui nostri gioielli. Non appena “Costa Venezia” entrerà in servizio in Cina, mettendo in mostra anche in un mercato ancora inesplorato quello che siamo capaci di realizzare, sono certo che si aprirà un nuovo capitolo della storia di successo di Fincantieri”.

Costa Venezia fa parte di un piano di espansione che comprende un totale di 7 nuove navi in consegna per il Gruppo Costa entro il 2023, per un investimento complessivo di oltre 6 miliardi di euro. Con una stazza di 135.500 tonnellate lorde, una lunghezza di 323 metri e una capacità di oltre 5.200 ospiti, Costa Venezia sarà la più grande nave introdotta da Costa nel mercato cinese, dove la compagnia italiana è entrata per prima nel 2006 ed è attualmente leader.

Una seconda nave progettata esclusivamente per il mercato cinese, gemella di Costa Venezia, è attualmente in costruzione a Marghera, con consegna prevista nel 2020. Lo stabilimento di Monfalcone, il più grande cantiere del gruppo dedicato alla produzione di navi da crociera, ha costruito, dal 1990 a oggi, 38 navi da crociera.

La cerimonia di battesimo di Costa Venezia si terrà domani, 1 marzo, a Trieste, con una eccezionale esibizione acrobatica delle Frecce Tricolori e uno spettacolo di fuochi d’artificio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>