OSS Puglia, il bando per 2445 figure

di Fabiana Commenta

Ancora poche ore a disposizione per poter inviare la domanda per partecipare al bando di selezione di OSS da assumere presso le Asl e gli Enti sanitari pugliesi: in programma la selezione di ben 2.445 unità di personale e c’è tempo fino al 12 novembre 2018 per poter inviare la domanda di partecipazione (qui per inviare la domanda). 

oss

Sula pagina apposita (qui) è possibile poter consultare tutto il bando, ma per potersi candidare è necessario essere in possesso di determinati requisiti. 

  • licenza media;
  • attestato di Operatore Socio Sanitario, conseguito a seguito del superamento del corso di formazione di durata annuale;
  • essere cittadini di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;
  • idoneità fisica, il cui accertamento è affidato a ciascuna Asl prima dell’immissione in servizio nei propri ruoli;
  • godimento dei diritti politici e non essere stati esclusi dall’elettorato attivo;
  • non essere stati dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per averlo conseguito producendo documenti falsi o viziati da invalidità insanabile.

Il nuovo bando OSS Puglia è volto al reclutamento di 2.445 Operatori Socio Sanitari e prevede la copertura dei seguenti posti:

  • n. 190 posti presso l’Azienda Ospedaliero Universitaria ‘Ospedali Riuniti’ di Foggia;
  • n. 430 posti presso la ASL Bari;
  • n. 210 posti presso la ASL BAT (Barletta Andria Trani);
  • n. 247 posti presso la ASL Brindisi;
  • n. 210 posti presso la ASL Foggia;
  • n. 453 posti presso la ASL Lecce;
  • n. 318 posti presso la ASL Taranto;
  • n. 316 posti presso l’Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico di Bari;
  • n. 43 posti presso l’IRCS ‘Giovanni Paolo II’ di Bari;
  • n. 28 posti presso l’IRCSS ‘De Bellis’ di Castellana Grotte.

Il concorso per OSS prevede anche una riserva del 10% dei posti per ognuna di determinate categorie di soggetti:

  • titolari di rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato, con almeno 3 anni di servizio alle dipendenze dell’amministrazione sanitaria che pubblica il bando;
  • personale non dirigenziale che risulti titolare, successivamente alla data di entrata in vigore della legge 124/2015, di un contratto di lavoro flessibile presso l’amministrazione che bandisce il concorso e che abbia maturato, alla data del 31 dicembre 2017, almeno tre anni di contratto, anche non continuativi, negli ultimi otto anni, presso la stessa;
  • personale interno, in possesso dei requisiti di partecipazione previsti dal bando, risultato idoneo al termine della procedura concorsuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>