Addetti ai bagagli all’Aeroporto di Roma Fiumicino, come candidarsi

di Emma 2

Al via il reclutamento di Addetti ai bagagli all’interno dell’Aeroporto di Roma Fiumicino. A occuparsi delle diverse fasi della selezione sarà l’agenzia per il lavoro Gi Group: le figure reclutate come Addetti ai bagagli dovranno occuparsi dell’avvolgimento bagagli, gli operatori scelti dovranno occuparsi dell’imballaggio delle valigie dei passeggeri attraverso l’utilizzo della macchina imballatrice e l’inserimento dati al Pc.

La proposta lavorativa come addetti bagagli viene riservata anche alle persone, uomini e donne, che appartengono alle categorie protette, anzi l’iscrizione alle categorie protette (invalidi civili o orfani di servizio), rappresenta uno dei requisiti di riferimento.

Per quanto riguarda il contratto, inizialmente verrà proposto in contratto a tempo determinato della durata iniziale di sei mesi, ma finalizzato all’inserimento a tempo indeterminato. L’impegno settimanale richiesto è full time e prevede 5 turni da 8 ore e due riposi, con lavoro compreso tra le ore 5:00 e le 23.00 anche nei weekend e festivi.

Quali sono i requisiti per potersi candidare?

Eccoli qui.

L’agenzia per il lavoro richiede:

dimestichezza di base nella contabilità cassa giornaliera;

capacità di risoluzione problemi che potrebbero presentarsi nell’arco del turno;

gestione degli imprevisti;

capacità di interagire con i clienti in lingua inglese;

è preferibile l’iscrizione alle categorie protette (invalidi civili o orfani di servizio);

è necessario essere auto muniti;

si richiedono infine dinamicità, capacità relazionali e affidabilità.

Se pensate di aver i requisiti richiesti, allora potrete tentare la candidatura come addetti all’avvolgimento bagagli: è necessario inviare il proprio curriculum vitae completo dei dati personali all’indirizzo [email protected].

.

Commenti (2)

  1. “ma finalizzato all’inserimento”… In quel posto!
    Infatti un’azienda che veramente assume, assume direttamente, non si serve di un’agenzia interinale precarizzatrice e parassita del lavoro!

  2. solo io ho problemi con l’indirizzo e-mail? è come se non riconoscesse l’indirizzo e non fa inviare nulla, è corretto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>