Aspi da gennaio 2013: maggiore tutela e indennità disoccupazione più elevata

di Redazione Commenta

Il ministro Elsa Fornero, presentando le nuove indennità della Riforma del Lavoro al Corriere della Sera, chiarisce che dal primo gennaio 2013 la tutela viene estesa a varie categorie di lavoratori e che l’indennità di disoccupazione sarà più elevata. Un maggiore sostegno, in sintesi, per le famiglie in difficoltà.

Infatti, chiarisce il Ministro Fornero, la Riforma degli ammortizzatori sociali, con Aspi e mini Aspi dal 2013, «potrà contribuire a ridurre l’ansia e il disagio di molte famiglie» in un periodo di «forte difficoltà sociale», anche perché la «nuova copertura assicurativa viene estesa a categorie finora prive di tutela» con assegni più alti di quelli previsti in precedenza.

Si era già parlato delle nuove norme che sarebbero andate a regime nel nuovo anno, ma ora sono necessari maggiori precisazioni. L’assicurazione per l’impiego Aspi sostituisce da gennaio 2013 l’indennità di disoccupazione e la mini Aspi tutela i precari rimasti senza lavoro. Dal 2017, poi, l’Aspi sostituirà anche l’indennità di mobilità e per la cassa integrazione non ci saranno variazioni.

In base all’articolo 2 della Riforma del Lavoro (legge 92/2012), l’Aspi viene riconosciuta ai lavoratori dipendenti con anzianità contributiva di due anni; ad apprendisti e soci lavoratori di cooperative; nel 2013 dura 8 mesi per gli under 50 e 12 mesi per gli over 50 con scatti graduali fino al 2016 quando di stabilizzerà a 12 mesi per gli under 54 e a 18 mesi per gli altri.

E inoltre, l’indennità di disoccupazione è rapportata alla retribuzione degli ultimi due anni; è finanziata dalle aziende, che pagano un contributo dell’1,61%; prevede un contributo aggiuntivo dell’1,4% per i contratti a termine (quindi 3,01% totali); prevede incentivi mirati a trasformare i contratti a termine in contratti a tempo indeterminato.

La Mini Aspi, invece, viene riconosciuta a chi ha un minimo di 13 settimane di lavoro negli ultimi 12 mesi, viene corrisposta per un massimo di sei mesi e l’indennità di disoccupazione è calcolata come l’Aspi.

Il Ministro Fornero precisa ancora “Anche la durata è stata aumentata: nel 2013 sarà uguale a quella della disoccupazione (8 mesi per i lavoratori sotto i 50 anni), e poi inizierà a crescere arrivando a coprire, nel 2016, 12 mesi per gli under 54 e 18 mesi per chi ha superato questa età”.

In sintesi, l’indennità di disoccupazione copre un periodo più lungo rispetto all’attuale disoccupazione, ma la mobilità può durare fino a quattro anni, anche in caso di proroghe.

APPROFONDIMENTI
*Aspi da gennaio 2013: requisiti per indennità mensile disoccupazione
*Riforma del lavoro: mini-Aspi dal 1° gennaio 2013, aggiornamenti
*Aspi, assicurazione sociale per l’impiego: la misura dell’indennità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>