Come diventare mistery shopper

di Piero 81 Commenta

Una delle professioni giunte più di recente in Italia, ma che ha riscosso da subito un grande successo all’interno del mondo del commercio è stata quella del mistery shopper. Si tratta di un professionista di cui si avvalgono le aziende per monitorare il proprio operato e quello degli operatori che lavorano per loro, in modo da migliorare la qualità dei servizi erogati.

Quella del mistery shopper è una professione particolare ma anche un modo per avere un guadagno alternativo. E’ particolarmente indicata per le persone che hanno la capacità di mantenere l’anonimato e di lavorare in un centro senso sotto copertura.

Oggi la professione del mistery shopper è particolarmente diffusa all’estero, ma anche in Italia c’è sempre una maggiore richiesta di queste figure. Potrebbe quindi non essere una cattiva idea il fatto di dedicarsi a capire come intraprendere questo mestiere.

Come diventare food shopper

In questa piccola guida abbiamo quindi raccolto tutte le indicazioni, i suggerimenti e i consigli necessari a conoscere meglio questa interessante e nuova professione. Ecco cosa potete fare.

Professione personal shopper: chi è e cosa fa

Come diventare mistery shopper

Che cosa fa un mistery shopper? Il lavoro di un mistery shopper consiste nel recarsi presso i punti vendita, come ad esempio centri commerciali, negozi e ristoranti, sotto le mentite spoglie di un semplice cliente, per controllare che tutti i servizi funzionino alla perfezione, dunque controllando la qualità dei prodotti esposti, il tipo di servizio offerto dal personale addetto, la pulizia e le condizioni generali del punto vendita stesso.

Si tratta di un lavoro che è possibile svolgere anche part – time, in una parte del proprio orario di lavoro e che richiede in genere il possesso di un mezzo di trasporto. Coloro che svolgono questo mestiere in genere hanno delle doti di anonimato e devono nutrire una certa passione per il mondo del commercio o dello shopping in generale. Bisognerà inoltre disporre di un cellulare o uno smartphone, una macchina fotografica e un computer per inviare i propri resoconti all’azienda per cui si lavora.

I mistery shopper possono inoltre anche non lavorare sempre per la stessa azienda. Possono cioè lavorare per più aziende contemporaneamente ed essere reclutati da agenzie specializzate. Sono infatti queste ultime che devono essere contattate per poter iniziare a svolgere questo lavoro. Per poter svolgere questo lavoro al meglio è necessario possedere alcune doti specifiche come ad esempio quella di avere una buona memoria e delle buone doti di attenzione, che consentirà di cogliere tutti i dettagli interessanti e sensibili. Servirà poi inevitabilmente anche molta discrezione per svolgere il proprio incarico e non svelare il proprio ruolo segreto.

Di norma coloro che svolgono questo lavoro fingono di effettuare un acquisto per valutare al meglio il personale di vendita e la loro professionalità. In genere si lavora su un intera provincia e l’incaricato viene contatto via mail, ricevendo una comunicazione nella quale viene spiegato in modo dettagliato il tipo di lavoro da svolgere e il termine ultimo per svolgerlo. Ogni volta si può accettare o rifiutare l’incarico che viene proposto. Entro circa 24 ore dallo svolgimento del proprio incarico si deve poi inviare un report sulla situazione verificata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>