Come diventare tassista a Milano

di Redazione Commenta

Non è facile trovare lavoro in questo periodo di crisi, ma qualcosa è possibile fare, anche ad esempio inventarsi un lavoro. Una delle possibilità a portata delle persone che vogliono cercare un lavoro è quella di diventare tassista, magari in una grande città dive questo servizio è molto richiesto, come Milano. I tassisti offrono anche a Milano la possibilità a molte persone di raggiungere senza intoppi la propria meta. Anche in giornate di grande traffico, di scioperi, di blocchi causa inquinamento e così via. Per una grande città come la capitale del nord, il servizio offerto dai tassisti è un servizio essenziale. 

Se volete arrivare a svolgere questo lavoro dovrete come in molte altre professioni partire da zero, ma se avete una grande passione per la guida il vostro compito potrebbe risultare molto più semplice. Ma come si fa ad intraprendere questa attività a Milano?

Come diventare conducente di autobus

Se siete curiosi di sapere come fare, conoscere quali sono le attestazioni e le autorizzazioni da possedere per poter svolgere questo lavoro allora in questa piccola guida abbiamo raccolto tutte le informazioni, le indicazioni e i consigli utili a coloro che vogliono svolgere tale mestiere.

Come diventare gestore di una rivendita di tabacchi

Come diventare tassista a Milano

Non tutte le persone che sono appassionate di guida possono avventurarsi ad essere dei tassisti. E’ necessario invece possedere dei precisi requisiti di tipo personale e professionale in primo luogo. Tra i requisiti personali sarà ad esempio necessario avere compiuto i 21 anni di età e ovviamente avere conseguito la patente B, quella che serve per condurre le automobili. I tassisti devono inoltre essere di cittadinanza italiana o di altro stato appartenente all’Unione Europea.

Per quanto riguarda la città di Milano, il comune della città richiede ai tassisti anche la residenza all’interno del Comune di Milano o al massimo in un paese distante non più di 50 km dal centro abitato. Tutti questi elencati sono i requisiti per poter avere la licenza, la quale può essere ottenuta solo da persone che non sono titolari di un’altra autorizzazione o di una concessione amministrativa e che non svolgano con continuità altre attività.

Ci sono anche dei requisiti di tipo amministrativo da soddisfare, quali ad esempio il non avere riportato una o più condanne definitive a pene detentive superiore ai due anni. Una volta ottenuti tutti i titoli personali, è necessario avere anche dei requisiti di tipo professionale.

Tra questi vi sono alcune certificazioni professionali come il certificato di abilitazione professionale (conseguibile presso gli uffici della Motorizzazione Civile, dopo il superamento di un corso e di un esame) a cui si deve aggiungere un secondo titolo, cioè l’iscrizione all’albo provinciale dei conducenti di veicoli pubblici non di linea (conseguibile presso gli uffici della Provincia di Milano).

Si deve quindi pensare ad ottenere una licenza se si sono già soddisfatti i seguenti requisiti. la licenza si può ottenere o da un soggetto che già la possiede e la vende o la cede, o attraverso un concorso pubblico. La licenza da tassista è conferita ad una persona singola e il servizio non può essere svolto da un’altra persona rispetto a quella a cui è intestata. Grazie alla legge Bersani 248/2006 è però possibile affiancare al titolare, un secondo conducente che possa sostituire il proprietario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>