Inps, invio delle attestazioni di malattia alla PEC

di Redazione 1

Continua l’impegno del maggiore istituto previdenziale verso la telematica cercando così di offrire servizi migliori e più celeri all’utenza.

Con questa nuova iniziativa l’Istituto rilascia un ulteriore servizio consistente nell’invio delle attestazioni di malattia alla casella di Posta Elettronica Certificata (PEC) del cittadino che ne fa richiesta.

In effetti, nel corso del 2010, l’Inps ha reso disponibili online tutti i certificati medici telematici rilasciati alla persona che si identifica tramite il codice PIN, comprensivi di diagnosi e codice nosologico, se indicati da medico, con la possibilità, inoltre, di ricercare e consultare uno specifico attestato di malattia mediante il solo codice fiscale personale e il numero del certificato.

Adesso, l’Inps, con la circolare n. 164 del 28 dicembre 2010, ha in serbo un nuovo servizio, ovvero l’invio delle attestazioni di malattia alla casella di Posta Elettronica Certificata (PEC) del cittadino che ne fa richiesta.

L’Inps precisa che con la circolare n. 60 del 16.4.2010 concernente la Trasmissione telematica delle certificazioni di malattia all’Inps. Aspetti organizzativi e prime istruzioni operative, l’Istituto ha fornito indicazioni in merito ai servizi messi a disposizione dei cittadini lavoratori, sia pubblici che privati, per la consultazione e la stampa dei propri certificati di malattia inviati telematicamente dal medico curante.

L’Istituto ricorda che tutti i servizi sono accessibili attraverso il portale Inps, servizi online, e che esiste la possibilità di accedere attraverso il PIN appositamente rilasciato o mediante il codice fiscale.

In effetti, con il codice PIN il cittadino ha la possibilità di conoscere tutti i certificati telematici rilasciati alla persona, comprensivi di diagnosi e di codice nosologico, se indicati dal medico.

Al contrario, attraverso il codice fiscale e il numero del certificato è possibile consultare uno specifico attestato di malattia.

La circolare n. 164 fornisce tutte le istruzioni operative.

Il cittadino lavoratore, attraverso l’opzione “consultazione certificati di malattia” disponibile online, ed aver immesso il codice PIN di identificazione ha la possibilità di visualizzare un pannello sul quale può scegliere di consultare i certificati telematici a lui rilasciati.

Commenti (1)

  1. gent.mo istituto chiedo informazioni sulla malattia avvenuta in giorno festivo e purtroppo anche se avvisata l’azienda presso la quale lavoro,quasi due ore prima dell’orario di lavoro, essendo vedova, quindi ritrovandomi da sola in casa, impossibilitata ho omesso di chiamare la guardia medica, recandomi il giorno successivo dal medico curante diagnosticandomi una bronchite asmatica(spesso soggetta perché sofferente d’asma)… l’inps non mi riconosce la malattia,il medico non può testimoniarla e il mio datore di lavoro non mi giustifica il giorno d’assenza e rifiuta di darmi un giorno di ferie… allora mi chiedo: un povero lavoratore come si deve comportare in merito e cosa dovrebbe fare per dimostrare la reale malattia???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>