Latina: concorso per agronomo

di Redazione Commenta

Il concorso selezionato per voi da Gazzetta del Lavoro è della Provincia di Latina.

Si tratta di 1 posto di agronomo a tempo pieno ed indeterminato.

Il termine di presentazione delle domande è fissato al 22 gennaio 2009.

Come di consueto, dopo il salto, il bando integrale.

Concorso Pubblico per la copertura di n° 1 posto di Agronomo a tempo pieno e indeterminato, di categoria giuridica D1 e posizione economica D1

PUBBLICATO SULLA GAZZETTA UFFICIALE N° 100 DEL 23 DICEMBRE 2008, IV SERIE SPECIALE

L’ULTIMO GIORNO UTILE PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE È IL 22 GENNAIO 2009 SETTORE RISORSE UMANE

“Relazioni sindacali. Organizzazione e metodi. Formazione del personale.”

IL DIRIGENTE
In esecuzione della determinazione prot. n° 85261 del 18 dicembre 2008

RENDE NOTO

Art. 1
(Indizione del concorso)

1. E’ indetto concorso pubblico per esami, per la copertura di n° 1 posto di Agronomo a tempo pieno e indeterminato, di categoria giuridica D1 e posizione economica D1 nel rispetto dell’art. 97, 3° comma, e 117, 6° comma – secondo periodo – della Costituzione italiana e del Regolamento per la disciplina dei concorsi e delle altre procedure di assunzione vigente nell’Ente.
2. Non sono previste riserve per le categorie protette in quanto l’amministrazione ha già assolto agli obblighi di legge relativi. Non si fanno riserve per nessuna altra categoria.
3. La Provincia di Latina garantisce pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro e per il trattamento sul lavoro ai sensi della legge 10 aprile 1991, n° 125;

Art. 2
(Trattamento economico e previdenziale)

1. Il trattamento economico è determinato ai sensi dei Contratti collettivi nazionali di lavoro di volta in volta vigenti.
2. Oltre allo stipendio tabellare e alla retribuzione per la 13a mensilità, vengono corrisposti il salario accessorio nelle forme e nelle misure stabilite nella contrattazione nazionale e decentrata di ente, nonché l’assegno per nucleo familiare, se dovuto, in relazione alle disposizioni di legge vigenti.
3. Il trattamento economico predetto è soggetto alle trattenute previdenziali, assistenziali ed erariali di legge. I vincitori del concorso, all’atto dell’assunzione del servizio previa sottoscrizione del relativo contratto individuale di lavoro, saranno iscritti ai competenti istituti a regolarizzazione della posizione assistenziale, previdenziale ed infortunistica.

Art. 3
(Requisiti per l’ammissione)

1. Per l’ammissione al concorso i candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
a) cittadinanza italiana o di uno dei paesi della Unione Europea;
b) godimento dei diritti politici;
c) aver compiuto l’età di 18 anni;
d) idoneità fisica all’impiego;
e) non aver riportato condanne penali e non essere stati interdetti o sottoposti a misure che escludono, secondo le leggi vigenti, dall’accesso agli impieghi presso Enti Locali;
f) titolo di studio di Laurea in Scienze e tecnologia agraria o in Scienze forestali ed ambientali;
g) iscrizione all’albo professionale;
2. Tutti i requisiti sopraelencati debbono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione alla selezione.
3. Per difetto dei requisiti può essere disposta, in qualsiasi momento, l’esclusione dalla selezione con atto motivato.
4. La determinazione di ammissione od esclusione dei partecipanti alla selezione è adottata dal Dirigente del settore Risorse umane e trasmessa alla Commissione giudicatrice di cui al successivo articolo 6.

Art. 4
(Domanda di partecipazione al concorso)

1. Per l’ammissione alla selezione i concorrenti presentano domanda di partecipazione nella forma, con le modalità e nei termini indicati nel presente articolo e nel successivo articolo 5.
2. La domanda deve essere firmata dal concorrente quale requisito essenziale, pena la nullità della stessa, e non necessita di autentica. Deve essere altresì sottoscritto l’allegato B1, in caso di possesso di titoli di preferenza.
3. A corredo della domanda i concorrenti devono allegare la ricevuta del pagamento della tassa di concorso di € 10,33 versata sul c/c postale n° 12596045 intestato al Servizio Tesoreria della Provincia di Latina, prevista dall’art.27, c. 6, del D.L. 28.02.1983, n° 55, convertito in Legge 26.04.1983, n° 131, con a retro la causale del versamento.
4. Il mancato versamento della tassa di partecipazione nel termine ultimo previsto per la presentazione della domanda comporta l’esclusione dal concorso.
5. Nella domanda i concorrenti devono dichiarare, sotto la propria responsabilità, utilizzando l’apposito allegato B:
a) cognome, nome, luogo e data di nascita, residenza ed eventuale recapito, se diverso dalla residenza;
b) di aver preso visione integrale del bando di concorso e di essere in possesso di tutti i requisiti previsti dall’articolo 3 del bando e di accettare, incondizionatamente, tutte le ulteriori disposizioni in esso contenute;
c) di essere consapevole delle sanzioni penali di cui all’art. 76 d.P.R. 445/2000, per dichiarazioni false o mendaci;
d) di allegare la dichiarazione relativa ai Titoli di preferenza di cui all’articolo 5, commi 4 e 5, d.P.R. 9 maggio 1994, n° 487 e s.m. (solo se in possesso di tali titoli);
e) di aver pagato la tassa di partecipazione al concorso e di allegarne copia del versamento.
6. Le eventuali integrazioni dovranno essere prodotte entro il termine stabilito per la presentazione della domanda.
7. Alla domanda di partecipazione non deve essere allegata alcuna documentazione al di fuori di quanto sopra indicato.

Art. 5
(Modalità di presentazione della domanda)

1. La domanda va presentata direttamente o fatta pervenire mediante plico raccomandato A.R. alla Provincia di Latina – Ufficio protocollo – via Costa 1, 04100 Latina, entro il termine di 30 (trenta) giorni dalla data di pubblicazione del presente bando, per estratto, sulla IV serie speciale della Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.
2. I concorrenti che si avvalgono della modalità di presentazione diretta della domanda producono una copia aggiuntiva della stessa, sulla quale l’Ufficio competente all’accettazione della corrispondenza della Provincia appone il timbro di arrivo, ad attestazione della data di inoltro. In tal caso la domanda dovrà essere presentata entro le ore 12:00 del giorno fissato quale termine ai sensi del comma precedente.
3. Sono considerate prodotte in tempo utile anche le domande di ammissione, spedite a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento, entro il termine sopra indicato, purché pervenute non oltre 15 (quindici) giorni dalla data fissata quale termine per la presentazione delle domande. A tal fine fa fede il timbro a data dell’Ufficio postale accettante. In caso d’inoltro della domanda di partecipazione a mezzo dei servizi postali l’amministrazione non assume alcuna responsabilità sulla dispersione a lei non imputabile.
4. Nel caso che il termine ultimo per la presentazione delle domande coincida con un giorno festivo o non lavorativo, lo stesso si intende espressamente prorogato al primo giorno feriale immediatamente successivo. La presentazione della domanda oltre i termini sopra indicati comporta l’esclusione dal concorso.
5. In caso di inoltro della domanda di partecipazione tramite il servizio postale, su un angolo della facciata in cui è riportato l’indirizzo della Provincia, il concorrente reca l’indicazione seguente: “Domanda per Concorso pubblico per n° 1 Agronomo”, mentre sul retro della busta indica il proprio nome, cognome ed indirizzo.
6. L’Ente non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

Art. 6
(Commissione giudicatrice)

1. La Commissione giudicatrice è nominata con determinazione del Dirigente del settore Risorse umane ed è composta in conformità all’art.18 del regolamento per la disciplina dei concorsi e delle altre procedure di assunzione vigente nell’ente e delle norme del d.lgs. 30 marzo 2001, n.165 e s.m.
2. La commissione per lo svolgimento della prova orale potrà essere integrata da un esperto di informatica ed un esperto di lingua inglese per l’accertamento della conoscenza, oltre che da un esperto sulle singole materie d’esame.
3. A norma delle disposizioni sopra citate, per il rispetto delle pari opportunità, salvo motivata impossibilità, almeno un terzo dei posti di componente della Commissione è riservato alle donne.
4. La presidenza della Commissione Giudicatrice è di competenza del Dirigente del settore Risorse umane.

Art. 7
(Svolgimento del concorso e comunicazioni)

1. La partecipazione al concorso obbliga il concorrente all’osservanza di tutte le norme contrattuali e regolamentari vigenti presso la Provincia di Latina. Il candidato è tenuto, a pena di esclusione, al rispetto delle istruzioni e avvertenze stabilite dalla commissione per lo svolgimento delle prove d’esame.
2. I candidati che avranno presentato regolare domanda di partecipazione corredata della relativa tassa di concorso, firmata e prodotta nei termini fissati dal presente bando sono ammessi con riserva a sostenere le prove d’esame. La verifica dell’effettivo possesso dei requisiti dichiarati avviene per i soli candidati che saranno collocati utilmente nella graduatoria di merito, prima della stipula del contratto individuale di lavoro e della loro assunzione in servizio.
3. La data fissata per le diverse prove d’esame è comunicata almeno 20 giorni prima dello svolgimento delle stesse.
4. Ogni comunicazione relativa al concorso sarà riportata sul sito internet www.provincia.latina.it, nella sezione concorsi. Tale pubblicazione assolve ad ogni obbligo di comunicazione o notifica agli interessati. L’amministrazione non è tenuta pertanto a procedere ad alcuna notifica o comunicazione individuale ai partecipanti se non nel caso della chiamata per l’assunzione ai candidati risultati vincitori del concorso.
5. L’amministrazione può utilizzare il recapito fornito con la domanda di partecipazione, qualora lo ritenga necessario. Ogni variazione dello stesso deve essere comunicata tempestivamente dai candidati, in difetto l’amministrazione non assume responsabilità della mancata conoscenza di quanto notificato all’indirizzo indicato sulla domanda.
6. L’elenco dei candidati ammessi al concorso e la data di svolgimento della prima prova d’esame prevista saranno pubblicati sul sito internet indicato nel precedente comma 4 il 60° (sessantesimo) giorno successivo alla data di scadenza per la presentazione delle domande, ovvero il 23 marzo 2009.

Art. 8
(Prove di esame e votazione)

1. La prova scritta consiste nello svolgimento di due elaborati riguardanti:
a) Diritto amministrativo, Diritto costituzionale e Ordinamento degli enti locali;
b) Normativa nazionale e regionale in materia di tutela della flora e del paesaggio;
2. La prova scritta è superata da coloro che conseguiranno un punteggio non inferiore a 21/30 in ciascun elaborato. Alla prova orale sono ammessi tutti coloro che avranno superato la prova scritta.
3. La prova orale verte sulle seguenti materie:
a) materie della prova scritta;
b) normativa in materia di procedimento amministrativo, di accesso agli atti e di documentazione amministrativa;
c) diritto penale, con riferimento ai reati contro la pubblica amministrazione;
d) Sistemazioni idrauliche e forestali, idrogeologia, difesa del suolo;
e) Zootecnia forestale, botanica e assestamento forestale;
Accertamento su nozioni di informatica di base (utilizzo programmi Word o Excel) e di lingua inglese;
Tale prova consiste in un colloquio che si svolge su 6 domande per ciascun candidato tutte equiordinate che saranno sottoposte in busta chiusa per il sorteggio. L’accertamento su nozioni di informatica di base e di lingua inglese avviene al termine del colloquio Da tale accertamento non consegue attribuzione di punteggio. La prova orale è superata da coloro che otterranno nella stessa un punteggio non inferiore a 21/30.
4. La prova scritta può essere preceduta, a discrezione della commissione di valutazione, da una preselezione su un test di 50 quesiti a risposta multipla, nel caso in cui le domande di partecipazione eccedano il numero di 20. La prova preselettiva verte sulle stesse materie della prova scritta e della prova orale.
5. La prova preselettiva è superata dai primi venti (20) classificati in graduatoria e da tutti coloro che conseguono lo stesso punteggio del 20° (ventesimo) candidato. Il punteggio conseguito nella prova preselettiva non concorre a determinare il punteggio della graduatoria finale.
6. Il concorrente che, per qualunque motivo, non si presenta o si presenta in ritardo alle prove d’esame rispetto agli orari e giorni fissati viene ritenuto rinunciatario e, quindi, considerato decaduto. Il candidato che sia impedito da comprovati motivi a sostenere la prova nel turno stabilito può far pervenire alla commissione, non oltre il giorno fissato per l’inizio della prova stessa, istanza per il differimento dell’esame. Tale facoltà è riconosciuta solo nel caso di svolgimento della prova su più turni e comunque entro l’ultimo giorno o orario previsto dal programma per il compimento della prova stessa. La commissione decide su tale richiesta a suo insindacabile giudizio.

Art. 9
(Graduatoria del concorso)

1. Espletate le prove del concorso, la Commissione giudicatrice procede alla formazione della graduatoria di merito dei concorrenti risultati idonei, secondo l’ordine decrescente della votazione complessiva che è data dalla somma della media dei voti conseguiti negli elaborati della prova scritta e della votazione riportata nella prova orale.
2. A parità di punteggio sono operate le preferenze previste dai commi 4 e 5 dell’articolo 5 del d.P.R. 487/1994. Ad ulteriore parità è preferito il più giovane di età. Tali titoli devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione alla selezione.
3. La graduatoria del concorso è approvata con determinazione del Dirigente del settore Risorse umane e conserva efficacia per tre anni a decorrere da tale data di approvazione. Durante tale periodo la Provincia ha facoltà di utilizzare la stessa, allorché ne ricorrano le condizioni, anche per contratti a tempo determinato.
4. Non si dà luogo alla riserva dei posti di cui alla legge 958/86 così come modificata dalla legge 537/93 e dal d.lgs. 196/1995 nonché dalla legge 574/80, data l’autonomia organizzativa costituzionalmente conferita.
5. E’ esclusa altresì la riserva dei posti per le categorie protette dalla legge 12 marzo 1999, n° 68 in quanto la percentuale è già coperta nella dotazione organica della Provincia.

Art. 10
(Comunicazione esito. Documenti)

1. Divenuta esecutiva la determinazione che approva gli atti e la graduatoria del concorso, a ciascun concorrente utilmente collocato in graduatoria è data comunicazione dell’esito dallo stesso conseguito.
2. Il concorrente per il quale si dispone l’assunzione è invitato a far pervenire al settore Risorse umane della Provincia, entro il termine perentorio di 30 giorni, decorrenti dalla data della notizia, i seguenti documenti:
– certificato di cittadinanza italiana o di uno dei paesi della Unione Europea;
– estratto dell’atto di nascita;
– certificato di godimento dei diritti politici;
– certificato generale del Casellario Giudiziale;
– stato di famiglia;
– foglio matricolare o stato di servizio militare o altro idoneo documento dal quale risulta la posizione in relazione agli obblighi derivanti dalle leggi sul reclutamento militare (da prodursi dai vincitori di sesso maschile);
– tutta la documentazione attestante i requisiti indicati nell’articolo 3 del presente bando;
– l’eventuale possesso di titoli di preferenza previsti dai commi 4 e 5 dell’articolo 5 del d.P.R. n° 487/1994 e s.m.
3. Ai sensi del d.P.R. 445/2000 i documenti sopra elencati possono essere oggetto di dichiarazione sostitutiva di certificazione. Qualora dalla verifica di tali dichiarazioni emerga la non veridicità di quanto contenuto nelle stesse il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguiti.
4. Il concorrente deve presentare inoltre, entro il termine di cui al comma 2, le seguenti dichiarazioni:
– della propria disponibilità alla stipula del contratto individuale di lavoro, dando atto di conoscere ed accettare tutte le norme generali e speciali che regolano il rapporto di lavoro con la Provincia di Latina;
– di non avere altri rapporti di impiego pubblico o privato e di non trovarsi in nessuna delle situazioni di incompatibilità richiamate dall’articolo 53 del d.lgs. 30 marzo 2001, n° 165 e s.m.
5. L’Amministrazione si riserva di accertare l’idoneità fisica dei vincitori nel rispetto delle norme vigenti.

Art. 11
(Assunzione in servizio. Periodo di prova)

1. L’assunzione del servizio è preceduta dalla stipula del contratto individuale di lavoro secondo le modalità previste dal C.C.N.L. vigente.
2. La Provincia può prorogare, per sue motivate esigenze non sindacabili dall’interessato, la data già stabilita per l’inizio del servizio in prova. La Provincia ha, inoltre, la facoltà di prorogare, per giustificati motivi esposti e documentati dall’interessato, i termini per l’assunzione del servizio. I provvedimenti di proroga sono adottati dal dirigente del settore Risorse umane della Provincia con atto motivato.
3. Il vincitore del concorso, previa stipula del contratto individuale a tempo indeterminato ed a tempo pieno, è assunto in prova. Il periodo di prova ha la durata di sei mesi decorrenti dal giorno di effettivo inizio del servizio e secondo le modalità previste dal contratto individuale.

Art. 12
(Norme finali e di rinvio)

1. Per quanto non stabilito nel presente bando di concorso che costituisce “lex specialis” si fa rinvio, per quanto compatibili, alle norme del Regolamento per la disciplina dei Concorsi e delle altre procedure di assunzione vigente nell’ente, nonché alle disposizioni di legge e di regolamento.
2. Per ulteriori informazioni, notizie o chiarimenti gli interessati possono rivolgersi presso il Settore Risorse umane al piano terra della sede della Provincia in corso Umberto I n° 37 a Latina, telefono 0773/401.485 – 416 – 439, dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 13:00 e il martedì e il giovedì dalle 15:00 alle 17:00.
3. Il testo integrale del presente bando e il prototipo di domanda sono pubblicati sul sito ufficiale della Provincia www.provincia.latina.it nella sezione concorsi e presso i centri per l’impiego della Provincia.

Latina, 18 dicembre 2008
Firmato

IL DIRIGENTE DEL SETTORE Dott. Aldo Silvestri
compilare stampatello Allegato B
SPETT.LE PROVINCIA DI LATINA
SETTORE RISORSE UMANE
VIA COSTA N° 1 04100 – LATINA
OGGETTO: DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL CONCORSO PUBBLICO PER LA COPERTURA DI N° 1 POSTO DI AGRONOMO DI CATEGORIA GIURIDICA D1 E POSIZIONE ECONOMICA D1, A TEMPO PIENO E INDETERMINATO DI CUI ALLA DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SETTORE RISORSE UMANE N° 85261 DEL 18 DICEMBRE 2008
IL SOTTOSCRITTO ____________________________________________________________
CHIEDE DI PARTECIPARE AL CONCORSO IN OGGETTO INDETTO DALLA PROVINCIA DI LATINA ED A TAL FINE
DICHIARA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITÀ, A NORMA DEL D.P.R. 28 DICEMBRE 2000, N.445 QUANTO SEGUE:
Nome
Cognome
di essere nato a
Il
DI ESSERE RESIDENTE IN:
Via o piazza
Città
C.A.P.
Prov.
Tel.
e-mail
CHE IL RECAPITO PER LE COMUNICAZIONI RELATIVE AL CONCORSO E’ (SE DIVERSO DALLA RESIDENZA):
Via o piazza
Città
C.A.P.
Prov.
(RISPONDERE CON LA CROCETTA SI/NO)
SI
NO
NOTE
1. di aver preso visione integrale del bando di concorso e di essere in possesso di tutti i requisiti previsti dall’art. 3 dello stesso, nonchè di accettare, incondizionatamente, tutte le ulteriori disposizioni nel bando contenute;
2. di essere consapevole delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, per le ipotesi di falsità in atti e di dichiarazioni mendaci;
3. di allegare la dichiarazione relativa ai Titoli di preferenza (Articolo 5, commi 4 e 5, d.P.R. 9 maggio 1994, n.487) solo se in possesso di tali titoli.
4.di aver pagato la tassa di concorso e avere allegato copia della ricevuta del versamento;
Latina, lì _______________ FIRMA _______________________________
Si da consenso all’uso dei dati contenuti nella presente domanda al fine dell’espletamento del concorso stesso anche se gestiti da soggetti pubblici o privati incaricati dalla Provincia di Latina, ai sensi del d.lgs. 196/2003.
Latina, lì _______________ FIRMA _______________________________
Alla presente domanda si deve allegare esclusivamente la ricevuta del versamento della tassa di partecipazione e, se si è in possesso di titoli di preferenza, l’allegato B1.
Importante: da allegare solo se si è in possesso di titoli di preferenza Allegato B1)
(Allegato alla domanda di partecipazione al concorso pubblico per n° 1 posto di Agronomo indetto dalla Provincia di Latina)
TITOLI DI PREFERENZA
(Articolo 5, commi 4 e 5, d.P.R. 9 maggio 1994, n° 487 e s.m.)
Il candidato _______________________________________ dichiara sotto la propria responsabilità a norma del d.P.R. 445/2000, di trovarsi nella condizione di seguito indicata:
L’ordine di preferenza è stabilito nel modo seguente (segnare con una crocetta ciò che interessa):
1. Insigniti di medaglia al valor militare;
2. Mutilati ed invalidi di guerra ex combattenti;
3. Mutilati ed invalidi per fatto di guerra;
4. Mutilati ed invalidi per servizio nel settore pubblico e privato;
5. Orfani di guerra;
6. Orfani dei caduti per fatti di guerra;
7. Orfani dei caduti per servizio nel settore pubblico e privato;
8. Feriti in combattimento;
9. Insigniti di croce di guerra o di altra attestazione speciale di merito di guerra, nonchè i capi di famiglia numerosa;
10. Figli dei mutilati e degli invalidi di guerra ex combattenti;
11. Figli dei mutilati e degli invalidi per fatti di guerra;
12. Figli dei mutilati e degli invalidi per servizio nel settore pubblico e privato;
13. Genitori vedovi non risposati, coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti in guerra;
14. Genitori vedovi non risposati, coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per fatto di guerra;
15. Genitori vedovi non risposati, coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per servizio nel settore pubblico e privato;
16. Coloro che abbiano prestato servizio militare come combattenti;
17. Coloro che abbiano prestato lodevole servizio a qualunque titolo per non meno di un anno nell’Amministrazione che ha indetto il concorso;
18. Coniugati e non coniugati con riguardo al numero dei figli a carico; _________
19. Invalidi e mutilati civili;
20. Militari volontari delle forze armate congedati senza demerito al termine della ferma o rafferma.
A parità di merito e di titoli la preferenza è determinata:
a) dal numero dei figli a carico, indipendentemente dal fatto che il candidato sia coniugato o meno; ________
b) dall’aver prestato lodevole servizio nelle Amministrazioni pubbliche;
c) dai periodi di utilizzazione in lavori socialmente utili (Art.1, D.L.510/96 conv. in L.28/11/96, n.608);
d) dalla minore età.
Latina, lì _______________ FIRMA _______________________________
Si da consenso all’uso dei dati contenuti nella presente domanda al fine dell’espletamento del concorso stesso anche se gestiti da soggetti pubblici o privati incaricati dalla Provincia di Latina, ai sensi del d.lgs. 196/2003.
Latina, lì _______________ FIRMA _______________________________

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>