Ministero dei beni culturali seleziona 500 laureati da inserire in attività formative retribuite

di Piero 81 Commenta

 Occorre segnalare l’importante iniziativa del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, il quale ha predisposto l’inizio di una procedura concorsuale pubblica per la selezione di cinquecento giovani laureati da formare per la durata du un anno nelle attività di inventariazione e digitalizzazione del patrimonio culturale italiano presso gli istituti e i luoghi della cultura statali.

Requisiti per la selezione

Alla procedura selettiva possono prendere parte giovani laureati che non abbiano compiuto 35 anni alla data di entrata in vigore del decreto legge 8 agosto 2013 n.91 e in possesso dei seguenti requisiti:

  • diploma di laurea nelle classi indicate nell’allegato 2, conseguito con votazione di 110/110, o corrispondente titolo di studio di I livello previsto dall’art.3 del regolamento adottato dal MIUR con decreto del 22 ottobre 2004 n.270 o diploma di archivistica, paleografia e diplomatica di cui al D.P.R. 1409/63, conseguito con votazione di 150/150;
  • certificazione internazionale delle competenze linguistiche di livello B2 di lingua inglese come previsto dal QCER;
  • possesso della cittadinanza italiana ovvero possesso della cittadinanza degli Stati membri dell’UE ovvero familiari di cittadini comunitari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente o cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • assenza di condanne penali ancorché non passate in giudicato.

Retribuzione

Ai partecipanti sarà corrisposta un’indennità al lordo di euro 5000 annui, comprensivi della quota relativa alla copertura assicurativa.

Al termine del programma formativo sarà rilasciato un attestato di partecipazione, valutabile ai fini di eventuali successive procedure selettive del Ministero dei beni e delle attività culturali e del Turismo e degli Istituti da esso vigilati.

Come fare domanda

Fare domanda di partecipazione, è molto semplice. Essa può essere inviata in via telematica dal 14 dicembre 2013 e fino alle ore 14 del 21 gennaio 2014.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>