Ministero Giustizia: tutto quello che c’è da sapere sul nuovo concorso

di Gio Tuzzi Commenta

Dopo un po’ di attesa, è avvenuta finalmente la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del bando di concorso dedicato ai funzionari ministeriali. Cerchiamo di comprendere meglio come si può partecipare e come anche strutturare la propria preparazione usando un manuale specifico.

Aspettando che venga lanciato anche il nuovissimo Portale di Reclutamento, che tanto è stato richiesto da parte del Ministro della PA, Brunetta, in maniera tale da poter finalmente avere a disposizione uno spazio dove consentire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro all’interno della Pubblica Amministrazione, anche in base a quelle che sono le indicazioni arrivate dal PNRR, continua la stagione dei concorsi pubblici, in seguito alla pausa che per forza di cose è arrivata per colpa dell’emergenza della pandemia.

Uno degli ultimi concorsi che sono stati pubblicati in GU è quello che risale al 6 luglio 2021: si tratta del bando che è stato indetto da parte del Ministero della Giustizia. L’obiettivo di tale concorso è quello di provvedere al reclutamento di personale che dovrà essere inserito presso vari uffici amministrativi, dal mese di gennaio del prossimo anno.

Questo bando, che è stato pubblicato da parte del Ministero della Giustizia, prevede di assumere ben 130 funzionari amministrativi e 38 assistenti informatici. Una selezione che è basata su alcuni requisiti ben determinati, a partire dai titoli di studio e che comporta anche di affrontare una prova scritta. Attenzione, visto che si tratta di un concorso per posizioni a tempo pieno e determinato.

Le selezioni prevedono l’assunzione di 120 funzionari amministrativi, che faranno parte dell’Area III, inquadrati nella fascia retributiva F1, che dovranno prendere servizio al Consiglio di Stato e presso i Tribunali Amministrativi Regionali delle seguenti Regioni, ovvero Sicilia, Lombardia, Veneto, Lazio e Campania.

Poi, è prevista l’assunzione di 7 funzionari informatici, il cui contratto sarà quello dell’Area III e fascia retributiva F1 oltre che 38 assistenti informatici, Area II con fascia retributiva F2, e 3 funzionari statistici, Area II con la fascia retributiva F1. Il contratto avrà una durata pari a 30 mesi e non si potrà rinnovare in alcun modo. Spostando l’attenzione verso i requisiti di partecipazione al bando in oggetto, serve per forza di cose essere in possesso della cittadinanza italiana oppure della cittadinanza di uno degli Stati che fanno parte dell’UE.  Per quanto concerne i titoli, serve avere una laurea di primo livello, una laurea specialistica o magistrale. Infine, per sostenere la prova scritta è consigliabile dotarsi di un manuale specifico che tratti in modo approfondito gli argomenti che sono oggetto dell’esame.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>