INPA, è finalmente online il portale di reclutamento della PA

di Gio Tuzzi Commenta

Dopo una lunga attesa è stato finalmente lanciato sul web InPA, ovvero il portale di reclutamento dedicato alla pubblica amministrazione. È quanto è stato comunicato da parte del Ministero della Pubblica Amministrazione, che mette in evidenza come, finalmente, i professionisti abbiano la possibilità di provvedere all’inserimento dei propri cv in seguito alla registrazione. L’accesso avviene mediante l’inserimento delle proprie credenziali SPID.

A partire dallo scorso 10 agosto è stato finalmente lanciato il nuovo portale dedicato al reclutamento presso la Pubblica Amministrazione. La comunicazione è arrivata direttamente da parte del sito istituzionale che fa capo al Ministero per la PA.

Lo sviluppo di questa nuova piattaforma è stato curato in modo certosino da parte del dipartimento della Funzione Pubblica, sfruttando l’aiuto che è stato trovato in AlmaViva. Per il momento, però, non ci sono così tante opzioni disponibili tra cui scegliere, visto che la sola funzione che è stata messa a disposizione degli utenti è quella che si riferisce all’inserimento del cv del professionista che vuole proporsi alla PA. Con il passare del tempo, qualche altra funzione verrà implementata, in modo particolare in riferimento all’inserimento dei bandi e dei vari avvisi di selezione del personale, in riferimento alla creazione del PNRR.

Lo scopo del nuovo portale della Pubblica Amministrazione è quello di trasformarsi in una sorta di LinkedIn della PA, in grado di creare una sorta di incontro tra domanda e offerta. Tutti quei professionisti che hanno intenzione, quindi, di proporsi, hanno la possibilità di effettuare, in men che non si dica, il caricamento del proprio cv.

Entro il 2023, tra l’altro, si potranno pubblicare questo portale anche tutti quei bandi che si riferiscono ai concorsi pubblici ordinari, in piena sinergia con la Gazzetta Ufficiale, senza dimenticare anche tutte quelle procedure di mobilità che riguarda i dipendenti della PA. Non è finita qui, visto che c’è un’altra novità che merita sicuramente un po’ di attenzione. Stiamo facendo riferimento al fatto che il Dipartimento ha fatto in modo di attivare una collaborazione con il portale LinkedIn, la più importante piattaforma social in riferimento al mercato del lavoro. L’intento, da questa nuova partnership, è quello di moltiplicare il più possibile le occasioni di lavoro nella PA, in maniera tale da poter arrivare molto più agevolmente e direttamente ai vari professionisti, non solo in Italia, ma un po’ in tutto il mondo. L’inserimento del proprio cv all’interno del portale è un vero e proprio gioco da ragazzi, dato che il professionista deve semplicemente inserire le proprie credenziali SPID e poi effettuare l’upload dei propri dati. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>