Ricercatori a Pavia cercasi

di Francesco Russo Commenta

E’ l’Università di Pavia ad indire una procedura di selezione per l’assunzione di ben dieci ricercatori a tempo determinato. La scadenza dei termini per la consegna delle domande è il 31 ottobre 2011. L’annuncio che indice il concorso è tratta dalla GU della Repubblica italiana n. 78 del 30-9-2011. I ricercatori richiesti appartengono a settori scientifico disciplinari differenti.

In particolare, vi elenchiamo le materie di interesse per i vari settori concorsuali:

–          3 posti per il settore Informatica

–          2 posti per il settore Bioingegneria

–          1 posto per il settore Neurologia

–          1 posto per il settore Malattie del sangue, oncologia e reumatologia

–          1 posto per il settore Modelli e metodologie per le scienze chimiche

–          1 posto per il settore Geochimica, Mineralogia, Vulcanologia, Georisorse

–          1 posto per il settore Economia degli intermediari finanziari e finanza aziendale

E’ possibile consultare i vari bandi al seguente indirizzo. Per quanto riguarda la consegna delle domande di partecipazione, queste vanno tutte redatte in carta semplice ed indirizzate al Rettore dell’Università di Pavia.

Prendiamo in considerazione in questa sede il bando relativo ai ricercatori del settore informatico. Ad ogni ricercatore è assegnato un progetto di ricerca. Ad esempio, il primo progetto per il settore informatico è della durata di tre anni ed interesserà lo sviluppo di nuove tecnologie. Il ricercatore dovrà utilizzare il concetto di “cross-layer optimization” per poter riconfigurare un terminale wireless multi-mode in modo da minimizzare il consumo energetico e garantire allo stesso tempo un’ottima qualità a livello di servizio per gli utenti.

Il lavoro del ricercatore consisterà anche nella redazione di pubblicazioni scientifiche, fino ad un massimo di quindici. E per quanto riguarda le ore annue di impegno rivolto alla didattica sono stimate intorno alle 200 ore. I requisiti per l’ammissione sono relativi al possesso del titolo di dottore di ricerca, della laurea magistrale, e inoltre di un curriculum scientifico e professionale legato all’attività della ricerca.

Fonte: GU n.78 del 30 Settembre 2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>