In scadenza l’assicurazione per le casalinghe

di Redazione 1

Scade il prossimo 31 gennaio l’obbligo di sottoscrizione della polizza di 12,91 euro contro gli infortuni domestici per chi si occupa a tempo pieno, gratuitamente e in via esclusiva delle mansioni di cura della casa.

L’Inail ricorda che sono interessati donne e uomini – tra i 18 e 65 anni – che si occupano della cura della casa gratuitamente e senza subordinazione e a questo proposito l’Istituto assicurativo sta promuovendo una campagna di sensibilizzazione sulla stampa periodica, Internet, radio e tv.

In base alla stima dell’Inail su dati dell’Istat le persone interessate sono circa 5 milioni su un totale di 8.140.000 classificate dall’Istat come casalinghe (rilevazione della forza lavoro, media 2010). Nel dettaglio, i soggetti assicurabili sono quanti – avendo già compiuto 18 anni – lavorano esclusivamente in casa per la cura dei componenti della famiglia (per esempio, anche i ragazzi o le ragazze in attesa di prima occupazione), i pensionati (di entrambi i sessi) che non hanno superato i 65 anni, i cittadini stranieri che soggiornano regolarmente in Italia, gli studenti che dimorano nella città di residenza (o in località diversa) e che si occupano anche dell’ambiente in cui abitano, i lavoratori in cassa integrazione, in mobilità, gli stagionali, i lavoratori temporanei o quelli a tempo determinato.

L’Inail informa che in caso di infortunio l’assicurazione dà diritto a una rendita se l’invalidità permanente che ne deriva è, per il lavoratore, pari o superiore al 27%. La rendita è per tutta la vita e oscilla da 166,79 euro al mese (invalidità del 27%) a 1.158,33 euro al mese (invalidità al 100%). Dal 17 maggio 2006, nella tutela assicurativa è compreso anche il rischio morte, che prevede una rendita ai superstiti.

Chi ha un reddito personale fino a 4.648,11 euro e fa parte di un nucleo familiare il cui reddito complessivo non superi i 9.296,22 euro ha diritto all’esenzione e il costo dell’assicurazione è sostenuto dallo Stato. L’Inail ricorda che per provvedere al pagamento si possono utilizzare bollettino postale (e la ricevuta di pagamento costituisce polizza assicurativa), il web (con carta di credito Visa o Mastercard), la carta prepagata Postepay oppure tramite Bancoposta.

Commenti (1)

  1. Assicurazioni casalinghe: Nel vostro articolo del 19/1/2012 indicate che la rendita vitalizia in caso di infortuni con invalidità permanente varia da 166 a 1158 euro al mese, in funzione del grado di invalidità.
    Siete sicuri che la rendita è mensile? A me risulterebbe che sia da 166 a 1158 ALL’ANNO.
    Potete chiarirmi questa faccenda?
    Grazie
    Andrea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>