Università della Basilicata, ecco un nuovo concorso pubblico

di Gio Tuzzi Commenta

Arrivano tante notizie molto interessanti per chi sta cercando lavoro nella Basilicata: l’università, che ha la sua sede principale a Potenza, ha diffuso due nuovi annunci di lavoro che si riferiscono a persone che hanno ottenuto un diploma piuttosto che una laurea. 

La comunicazione di cui stiamo parlando prevede due posti di lavoro, con un’assunzione che verrà portata a termine tramite un contratto di lavoro a tempo indeterminato e pieno. Un primo aspetto decisamente interessante da conoscere è la scadenza dei termini per poter effettuare la presentazione della domanda, che è stata stabilita nel prossimo 14 ottobre 2021. Diamo ora uno sguardo ai bandi di concorso e a tutte le informazioni che possono tornare utili per poter prendere parte a questi due concorsi.

Il primo concorso che è stato bandito da parte dell’Università della Basilicata prevede l’assunzione di un’unità nel comparto amministrativo, che verrà inserita all’interno del Settore Servizi alla Ricerca. Si tratterà di un profilo facente parte della categoria C1. Nel bando è stata inserita anche una riserva in riferimento ai volontari delle Forze Armate.

L’altro concorso pubblico che è stato bandito da parte dell’ateneo di Potenza prevede l’assunzione di una sola unità in riferimento all’area tecnica, nello specifico tecnico-scientifica ed elaborazione dati. L’obiettivo è quello di garantire adeguato supporto alle necessità legate al laboratorio “Prove Materiali e Strutture”. L’amministrativo in quesitone prenderà servizio presso la Scuola di Ingegneria dell’Università, con il profilo di categoria D1.

Andiamo alla scoperta dei requisiti che si dovranno rispettare per poter accedere al concorso e alle varie prove d’esame che sono state stabilite da parte dell’Università della Basilicata sia per i diplomati che i laureati che hanno la cittadinanza italiana, piuttosto che di un altro Paese che fa parte dell’Unione Europea. Non solo, dal momento che serve che faccia parte dell’elettorato politico attivo e non abbia alcun tipo di provvedimento negativo in riferimento a un altro impiego presso una diversa Pubblica Amministrazione.

Per la posizione amministrativa serve avere un diploma quinquennale di scuola secondaria, mentre per il profilo tecnico serve avere una laurea in ingegneria civile relativa al vecchio ordinamento piuttosto che una laurea magistrale in Ingegneria civile oppure una Laurea specialista nella classe LS28/S. Il bando di concorso prevede che i candidati affronteranno non una, ma ben due prove d’esame: la prima sarà una prova scritta e la seconda una prova orale sui vari argomenti che sono stati descritti all’interno del bando.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>