Come diventare amministratore di condominio

 
Monia
5 gennaio 2011
commenti

amministratore condominio Come diventare amministratore di condominioL’amministratore di condominio è una figura professionale che svolge l’importante mansione di gestire le parti comuni dello stabile per conto dei proprietari degli appartamenti presenti all’interno in un edificio.

L’amministratore di condominio è una persona che si occupa della gestione delle spese e della supervisione degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria da effettuare nei condomini. E’ solitamente presente in condomini molto grandi e lavora in modo autonomo.

Secondo l’art. 1129 previsto dal Codice Civile, l’amministratore di condominio deve essere sempre nominati quando vi sono stabili con più di quattro condomini. Il compito di nominare l’amministratore di condominio spetta all’assemblea condominiale. Se l’assemblea non riesce a nominare un amministratore, ciascun condomino può fare riferimento all’autorità giudiziaria che deciderà sulla nomina.

Tra i compiti più importanti svolti dall’amministratore di condominio vi sono quelli di:

  • Eseguire il regolamento di condominio e farlo rispettare a tutti i condomini.
  • Eseguire le decisioni prese dall’assemblea condominiale.
  • Riscuotere i contributi ed erogare le spese necessarie per la manutenzione ed il corretto uso degli impianti comuni.
  • Ralizzare il resoconto annuale della sua gestione.

Chiunque può diventare amministratore di condominio, anche perchè non esiste ancora un albo specifico. Nonostante non siano necessari particolari titoli di studio, si preferiscono individui che abbiano un diploma da ragioniere o da geometra,  poichè sono in possesso di nozioni di contabilità. Un abile amministratore di condominio possiede, inoltre, la conoscenza di norme giuridiche, tecniche, quelle amministrative e fiscali.

Per diventare amministratore di condominio, a livello fiscale è necessario avere la partita IVA. E’,  comunque,  possibile frequentare dei corsi specifici realizzati dalle associazioni di categoria e poi iscriversi a tali associazioni per avere un aggiornamento su tutte le normative riguardanti la professione.

Per avere maggiori informazioni, è possibile consultare i seguenti link:

  • Anaci (Associazione Nazionale Amministratori condominiali e immobiliari).
  • Anammi (Associazione Nazional-europea Amministratori d’Immobili).
  • Unai (Unione nazionale amministratori di immobili).

Commenta!

Articoli Correlati
Deficit professionale tra gli amministratori di condominio

Deficit professionale tra gli amministratori di condominio

E’ una professione che negli ultimi tempi ha subito alcune importanti novità, che hanno portato numerosi liberi professionisti ad abbracciarne le caratteristiche occupazionali. Eppure, quella di amministratore di condominio, è […]

Qual è la tua professione preferita? Leggi le nostre guide

Qual è la tua professione preferita? Leggi le nostre guide

Non sai cosa vorresti fare da grande? Vorresti conoscere più da vicino una professione? Vorresti aprire un’azienda ma non sai da che parte iniziare? Ecco per voi le nostre guide […]

Come diventare amministratore di rete

Come diventare amministratore di rete

Qualsiasi computer che usufruisca di internet è collegato ad un modem, a delle schede di rete e ad altri computer in tutto il mondo. E’ necessario, dunque, risolvere problemi e […]

Come diventare key account

Come diventare key account

La figura del key account, nasce verso la fine degli anni ’80, dal momento in cui si è sviluppata territorialmente la grande distribuzione organizzata, che ha portato la necessità di […]

Corsi gratuiti Anammi per amministratori di condominio

Corsi gratuiti Anammi per amministratori di condominio

Per chi è giovane, magari disoccupato, e vuole intraprendere la strada del lavoro autonomo, ha l’opportunità con l’A.N.AMM.I., Associazione Nazional-europea AMMinistratori d’Immobili, di poter diventare un amministratore di condominio. Per […]