ARPA: concorso in Campania per 10 figure professionali

di Gio Tuzzi Commenta

Notizie molto importanti che arrivano da ARPA Campania: è stato indetto, infatti, un nuovo concorso che riguarda ben dieci nuove assunzioni. L’assunzione prevede la firma di un contratto a tempo pieno, ma determinato, per dodici mesi che sono rinnovabili. Inizialmente, il livello economico sarà quello della prima fascia del CCNL personale del settore sanità.

Diamo un’occhiata a quali sono i profili richiesti da parte del seguente bando di ARPA Campania. Si parte con due posti come assistenti amministrativi che fanno parte della categoria C, con il codice concorso DET-A. Per questo tipo di profilo lavorativo serve avere una maturità classica, scientifica oppure un diploma di ragioneria.

All’interno del concorso ci sono anche quattro posti come collaboratori tecnici professionali, che fanno parte della categoria D: in questo caso, il codice concorso è DET-B. Il titolo di studio richiesto prevede una laurea, che deve  essere stata ottenuta in scienze ambientali, scienze biologiche, scienze agrarie, biologia oppure ingegneria.

Un altro posto che è stato inserito all’interno del bando è quello come collaboratore tecnico professionale, categoria D. In questo caso il codice concorso è DET-C e per potervi accedere serve avere una laurea in chimica oppure negli ordinamenti che sono stati enunciati dal bando stesso. Poi è presente un altro posto come collaboratore tecnico professionale, categoria D, in cui è previsto come requisito l’aver ottenuto una laurea in scienze biologiche.

Il concorso che è stato indetto da parte di ARPA prevede anche altri due posti come assistenti tecnici, categoria C. In questo caso, i titoli di studio previsti per poter eseguire l’accesso a questo bando corrispondono alla maturità tecnica industriale/professionale a indirizzo chimico oppure biologico.

Abbiamo dato un’occhiata ai vari titoli di studio che sono necessari per poter accedere ai vari profili messi a disposizione all’interno del bando, ma è importante mettere in evidenza come i vari candidati dovranno anche dimostrare di avere i requisiti generici che sono previsti da parte del bando. Si tratta della maggiore età, dell’idoneità psicofisica al lavoro, della cittadinanza italiana, del godimento di diritti civili e politici e così via.

Nel caso in cui il numero di candidati che presenteranno la domanda oltrepasserà quota 500, allora verrà inserita una prova preselettiva. È importante mettere in evidenza come, invece, le procedure selettive verranno completate tramite la valutazione dei titoli di studio e dopo un colloqui orale. All’interno del bando che è stato pubblicato, si potranno trovare tutte le informazioni legate alle materie che dovranno essere oggetto di studio da parte dei candidati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>