Come diventare gestore di un albergo

di Piero 81 Commenta

Se avete conseguito il diploma ma ancora non siete riusciti a trovare lavoro, una possibilità per averne uno potrebbe essere quella di diventare gestore di un albergo. Per fare questo è necessario diventare dei piccoli imprenditori, cioè assumersi la responsabilità della gestione di una struttura ricettiva per poter guadagnare sui proventi dell’ attività che si svolge al suo interno.

Anche se può sembrare una mossa piuttosto azzardata, gestire albergo non è un’ impresa impossibile e a volte anche apportando una serie di migliorie alle strutture e facendo alcuni sacrifici si può arrivare ad ottenere ottimi risultati.

Come diventare direttore di hotel

Vediamo quindi quali sono i requisiti da possedere per poter gestire un albergo, quali sono i titoli necessari a diventare gestore e se esistono dei corsi di formazione per arrivare a svolgere tale professione. In questa piccola guida abbiamo infatti raccolto tutte le indicazioni, le informazioni e i consigli per poter avere successo in questa attività.

Come diventare accompagnatore turistico

Come diventare gestore di un albergo

Per poter gestire un albergo è necessario in primo luogo avere un minimo di esperienza nel settore, magari cercando lì lavorare per qualche tempo presso una struttura alberghiera, in modo da conoscere meglio il lavoro da svolgere e acquisire le strategie per aumentare il numero dei clienti. È ovviamente necessario anche promuovere in maniera adeguata la propria struttura avviando una buona campagna pubblicitaria, sia via web che tradizionale, in modo da presentare la propria offerta e farla conoscere ad un pubblico più vasto.

Anche se si incontrano degli ostacoli è possibile superarli in modo semplice ma bisogna prestare grande attenzione agli aspetti amministrativi. Se ad esempio il vostro albergo è dotato di cucina si deve mettere in conto la spesa per il personale, stando attenti a rispettare quanto prevede la burocrazia italiana. Se l’ albergo possiede più di 11 camere ed è dislocato su una struttura a più piani e necessario avere un portiere di notte e di giorno, come anche un facchino e un addetto alla manutenzione, esperto sia in campo elettrico che idraulico.

Un altro importante fattore da non trascurare riguarda il personale ai piani, quello che si occupa della pulizia delle camere, la quale deve essere affidata almeno ad un paio di persone. Sarà poi indispensabile avere un servizio lavanderia, che potrà essere ospitato nella struttura stessa o preso in gestione o affidato ad un servizio esterno.

In Italia le strutture alberghiere dal punto di vista fiscale sono soggette al pagamento della Tosap, al rinnovo delle varie licenze, sia comunali che sanitarie e ovviamente all’ iscrizione alla Camera di Commercio. Si dovrà pagare inoltre la Siae, una tassa sulle insegne luminose oltre a versare tutti i contributi richiesti, tra cui quelli Inps obbligatori per legge relativi a tutto il personale che lavora all’ interno della struttura.

Per poter gestire un albergo nel migliore dei modi è inoltre necessario disporre di un Pos e avere un conto corrente bancario, in modo che i clienti possano pagare sempre anche con moneta elettronica. Per poter fare questo si dovrà decidere in anticipo quali sono i circuiti cui si desidera aderire. Per usare alcune carte sarà necessario aprire magari anche un altro conto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>