Il consulente del lavoro: chi è e cosa fa

di Martina 1


Una delle professioni che sta vivendo un forte sviluppo e che è molto richiesta è quella del consulente del lavoro. Si tratta di una professione che permette di ottenere anche dei buoni guadagni.

Chi è il consulente del lavoro?

E’ una figura chiave che si occupa di curare il rapporto tra le aziende e le varie istituzioni come l’INPS, l’Agenzia delle Entrate e l’INAIL.

I suoi compiti principali sono: informare riguardo i diritti e i doveri dei lavoratori e del datore di lavoro, occuparsi delle varie scritture contabili, stabilire il livello contrattuale dei lavoratori ed elaborare le varie buste paga. Si occupa anche del rapporto tra le aziende e l’Ispettorato del lavoro.

Qual è l’iter richiesto per diventare consulente del lavoro?

Se fino al 2007 era sufficiente il possesso del diploma e un periodo di praticantato presso uno studio di consulenza del lavoro adesso chi desidera diventare consulente del lavoro deve invece essere in possesso della laurea triennale (oppure di quella specialistica) in Scienze Politiche, Economia oppure Giurisprudenza.

Bisogna poi svolgere un periodo obbligatorio di praticantato presso uno studio di un consulente del lavoro che sia iscritto all’albo della durata di due anni e superare l’esame di stato che consiste in una parte scritta e in una parte orale. Infine occorre iscriversi all’albo dei consulenti del lavoro.

Il consulente del lavoro ha anche l’obbligo di partecipare a dei corsi di aggiornamento che vengono organizzati in tutta Italia. Non dimentichiamoci poi che esistono anche master e congressi organizzati ad hoc.

Secondo alcune stime i consulenti del lavoro in Italia sarebbero circa 23.000.

Qualche link utile:

ENPACL :è l’ente nazionale che si occupa di fornire assistenza ai consulenti del lavoro ed è stato istituito nel 1971

Consulenti del lavoro : sito web istituzionale con aggiornamenti e news dal mondo dei consulenti del lavoro

Università degli Studi di Bologna
Facoltà di Giurisprudenza

Università degli Studi di Padova
Facoltà di Giurisprudenza

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>