Contributi per le imprese alluvionate in Liguria

di RobertoR Commenta

Eurofidi ha annunciato di aver messo a disposizione un fondo di 25 milioni di euro, da utilizzarsi come strumento di garanzia per permettere alle piccole e alle medie imprese della Liguria di poter avere un più coerente e agevole accesso al credito. Eurofidi si attiva in tal modo per cercare di supportare nel migliore dei modi le esigenze specifiche dell’utenza imprenditoriale, che sia stata duramente colpita dai gravi eventi delle ultime settimane.

Considerando che la garanzia Eurofidi interverrà in media intorno al 50% dei finanziamenti richiedibili, il credito ottenibile dalle piccole e dalle medie imprese interessate potrà giungere complessivamente fino a un massimo di 50 milioni di euro. Niente esclude, tuttavia, che la garanzia Eurofidi possa essere richiesta per percentuali superiori a quanto sopra stabilito, con un limite pari al 70% del finanziamento.

Eurofidi dichiara inoltre che a poter divenire beneficiarie dell’intervento contributivo di cui sopra, potranno essere non solamente le piccole e le medie imprese con sede in Liguria, ma anche quelle con sede nelle altre regioni dove la compagnia è radicata: Piemonte e Toscana.

Gli investimenti finanziabili è necessario che riguardino il ripristino delle strutture danneggiate (dagli immobili commerciali e produttivi agli uffici e ai laboratori produttivi). Le imprese beneficiarie riceveranno inoltre la consulenza della Eurocons, che verificherà di volta in volta se l’imprenditore potrà divenire utilizzatore di altre agevolazioni di natura operativa, come i contributi a fondo perduto, o finanziamenti a tasso di interesse agevolato, messi a disposizione dagli enti pubblici territoriali.

Attraverso questa iniziativa – sottolinea Giuseppe Pezzetto, presidente della Eurofidi – si vuole dimostrare “vicinanza e sostegno alle imprese che hanno patito danni nelle recenti ondate di maltempo. Si parla spesso di attenzione al territorio: ebbene, in presenza di centinaia di Pmi del commercio, del turismo, dell’artigianato e dell’industria in gravissime difficoltà abbiamo ritenuto che fosse necessario un nostro concreto aiuto. Siamo convinti che i finanziamenti erogati dal sistema bancario con la nostra garanzia permetteranno alle imprese piemontesi, liguri e toscane di far ripartire al più presto le loro attività”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>