Lavorare in Francia nel settore agricolo

di Redazione 1

L’inverno è ormai quasi finito, la primavera è alle porte e con essa anche i lavori agricoli tipici di questa stagione, una delle più impegnate per chi si occupa di agricoltura, insieme a quella della raccolta. Per chi desidera trovare lavoro all’estero, quindi, l’arrivo della bella stagione costituisce quindi un’ottima possibilità per ottenere un’occupazione nel settore agricolo. 

Lavorare in Sudafrica

Una delle nazioni in cui è più facile trovare lavoro nel settore agricolo in Europa è la Francia, che offre ottime possibilità di inserimento anche a chi non conosce bene la lingua del posto. Per poter trovare lavoro in Francia nel settore agricolo è possibile consultare il sito di riferimento dell’Eures se si desidera un impegno di tipo stagionale, oppure, se si desidera trasferirsi all’estero per un periodo di tempo più lungo, è possibile consultare anche le offerte di lavoro direttamente nel luogo in cui si vuole andare.

Può essere sufficiente una minima conoscenza della lingua del posto, ma serve almeno un po’ di esperienza pregressa nel settore. Nel settore agricolo si può lavorare a partire dai 16 anni di età ma se si ha un orario che supera le 39 ore settimanali è necessario essere maggiorenni.

Per trasferirsi a vivere e lavorare in Francia nel settore agricolo non serve un visto particolare ma basta la carta di identità valida per l’espatrio trattandosi di paese inserito all’interno dell’Unione Europea, ma se il proprio impegno lavorativo si protrae per oltre 3 mesi sarà necessario iscriversi nell’anagrafe della popolazione residente e giustificare anche attraverso la presentazione di documenti la motivazione della propria permanenza.

La mansioni associate al lavoro agricolo possono variare a seconda della zona di occupazione e del periodo dell’anno. Anche la retribuzione varia a seconda del processo a cui si partecipa, ma si attiene sempre ad accordi sindacali, che sarebbe necessario conoscere in anticipo.

I giorni di impiego nel settore agricolo, nel caso di contratti stagionali, possono variare da un minimo di 10 ad un massimo di 30, ma i giorni di lavoro sono 7 a settimana. Le spese di vitto e alloggio sono normalmente a carico delle aziende agricole, ma quelle relative al raggiungimento del posto di lavoro sono a carico del lavoratore. Solo in alcuni casi può essere previsto un servizio pullman.

Per cercare lavoro nel settore agricolo in Francia vi sono poi alcuni siti che è possibile sicuramente consultare. Si può in primo luogo consultare il calendario ufficiale delle attività agricole nazionale sui siti dell’ANPE –  www.pole-emploi.fr/accueil – e dell’ANEFA – www.anefa.org. 

Ci sono poi altri siti internet e giornali di settore che pubblicano in modo sistematico le offerte di lavoro del settore agricolo francese, come ad esempio La France Agricole – www.lafranceagricole.fr. Anche sul sito www.agricultureannonces.com è possibile trovare numerosi annunci di lavoro. Per chi desidera lavorare nell’ambito dell’agricoltura biologica c’è il sito www.natureetprogres.org, in cui oltre alle informazioni sulle colture, è possibile visionare una serie di siti di associazioni e riviste specializzate a cui si può fare riferimento per trovare lavoro in questo settore.

Il punto di riferimento, infine, per il lavoro del settore agricolo in Francia è però l’APCA – Assemblée Permanente des Chambres d’Agriculture, il sito ufficiale delle Camere Dipartimentali dell’Agricoltura infatti, che diffuse in tutte le regioni –  www.apca.chambagri.fr.

Commenti (1)

  1. Salve vorrei avere gentilmente maggiori informazioni per potet lavorare nel settore agricolo in francia. Sono giovanna una ragazza dinamica ed amante del lavoro. Ho precedenti esperienze decennali nei lavori dell’agricoltura considerando la provenienza da una famiglia patriarcale possidente di terreni.sin da piccola ho sempre lavorato in ambito agricolo sia nelle raccolta delle ciliege e sia nella lavorazione dell’uva. In attesa di una risposta ed immediata dispobibilita da parte mia a lavorare in campagna vi porgo i miei piu ordiali saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>