Lavorare in Germania come ragazza alla pari

di Redazione Commenta

Se siete degli studenti di lingue e letterature straniere senza dubbio il vostro desiderio è quello di soggiornare prima o poi nel paese di cui state studiando la lingua, in modo da poter perfezionare la pronuncia e il lessico o le strutture grammaticali più complesse. Affrontare una vacanza studio o trasferimento in un paese diverso dal proprio può essere però non solo difficile da realizzare, ma anche molto costoso.

 

Esiste però un modo diverso di imparare una lingua rispetto ad una classica esperienza di lavoro. Se siete giovani e molto flessibili potete pensare di partire come ragazza alla pari, un tipo di esperienza a costo molto ridotto che vi permetterà di migliorare la lingua e crescere sotto il profilo culturale.
Su questo blog abbiamo dedicato già altri articoli alla possibilità di lavorare all’ estero come ragazza alla pari ma in questa guida vogliamo dedicarci più nello specifico alla possibilità di lavora in Germania, per imparare meglio la lingua tedesca.

Come trovare lavoro a Francoforte in Germania

Ecco quindi alcuni consigli utili e alcuni suggerimenti per partire come ragazza alla pari in Germania.

Lavorare in Germania – Mercato e opportunità di lavoro

Lavorare come ragazza alla pari in Germania

Il lavoro della ragazza alla pari per sua caratteristica è tipico delle persone più giovani, fino circa ai 30 anni, che possano collaborare all’ interno di una famiglia ospitante al fine di accudire i figli piccoli e svolgere alcuni lavori domestici non pesanti. Si tratta anche di un metodo molto efficace per arricchire il proprio bagaglio culturale, conoscere da vicino gli usi di un paese o un popolo e di avvicinarsi al mondo del lavoro.

Se volete lavorare come ragazza alla pari in Germania ecco di cosa avrete bisogno. Oltre ad avere un’ età compresa tra i 18 e i 30 anni, come dicevamo all’ inizio, si dovrà avere una certificazione che attesti la conoscenza base della lingua tedesca, e non avere figli a carico, quindi essere nubile.

Bisognerà poi dimostrare di essere in una condizione fisica di buona salute, attraverso la presentazione di un certificato medico e avere una disponibilità lavorativa di almeno 4 o 6 mesi, nonché poter sostenere almeno le spese del viaggio e avere una minima esperienza come baby sitter.

Se avete tutte le carte in regola potete anche contattare direttamente una famiglia tedesca attraverso gli appositi siti di scambio oppure attraverso il vecchio sistema degli annunci cartacei.

La famiglia ospitante metterà a vostra disposizione il vitto, l’ alloggio e anche un piccolo rimborso spese per le vostre necessità, che sarà erogato ogni settimana, nel corso della quale arriverete a lavorare circa 30 o 35 ore. Si avrà però diritto anche ad un giorno libero a settimana e ad un massimo di 4 settimane di vacanza, in più all’ interno del nuovo nucleo familiare si avranno gli stessi diritti e doveri.

La famiglia ospitante pagherà per voi un’ assicurazione contro gli infortuni domestici. Tutto il rapporto di lavoro sarà regolato da un contratto scritto, firmato all’ arrivo. Ricordate che per fare tutto questo in Germania avrete bisogno di una carta di identità valida per l’ espatrio e di registrarvi all’arrivo presso l’ anagrafe locale, dichiarando di lavorare come ragazza alla pari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>