Lavorare in Nuova Zelanda – Come trovare lavoro

di Redazione Commenta

Se in questo momento di crisi economica state pensando ad una meta estera in cui trasferirvi a vivere per cominciare una nuova vita lavorativa, sappiate dare credito ai vostri sogni. Esistono infatti paesi del mondo, che seppure molto lontani dall’Italia, riservano interessanti opportunità di lavoro a chi è in grado di coglierle. Uno di questi paesi è senza dubbio la Nuova Zelanda, che si trova dall’altro lato del globo rispetto alla penisola italiana, è vero, ma che ancora oggi si pone come una terra accogliente che offre tante opportunità di impiego in diversi settori. 

Almeno al pari dell’Australia, infatti, anche la Nuova Zelanda è una terra ricca dal punto di vista naturalistico e paesaggistico, in cui è possibile dedicarsi a tante attività legate al mondo naturale e alla cura del territorio.

Lavorare in Nuova Zelanda – Documenti e permessi di lavoro

Se siete quindi interessati ad una esperienza di questo tipo in Nuova Zelanda e volete partire alla ricerca di un lavoro all’estero, in questa breve guida troverete le informazioni principali per sapere come muoversi all’inizio e raggiungere i vostri obiettivi. Ecco cosa potrete fare.

Lavorare in Nuova Zelanda – Il visto per investire

Lavorare in Nuova Zelanda – Come trovare lavoro

La Nuova Zelanda ancora oggi si presenta agli occhi dei visitatori come una terra ancora selvaggia, in cui il territorio svolge una funzione essenziale all’interno del mondo economico. In Nuova Zelanda, infatti, ci sono ancora oggi 14 parchi nazionali, 20 parchi forestali e 21 riserve marine, cosa che fa di questa nazione una meta molto ambita dal punto di vista turistico. Il settore del turismo sarà quindi uno dei principali settori da prendere in considerazione per chi cerca lavoro.

Gli abitanti del posto possono vantare inoltre un PIL abbastanza elevato e alte percentuali di occupazione soprattutto in alcuni settori come quello informatico e quello della postproduzione digitale cinematografica. Ma la vera forza trainante dell’economia neozelandese è l’agricoltura. In questa nazione si contano infatti circa 30 mila ettari di campi coltivati, ragione per cui uno dei settori più dinamici dal punto di vista dell’occupazione è quello primario. Gli agricoltori sono sempre alla ricerca di personale per la mietitura, la potatura o la raccolta della frutta, che viene assunto di norma con contratti a tempo determinato. Anche coloro che sono semplicemente in possesso di un visto per vacanza possono lavorare a breve termine.

Se invece si cerca un lavoro non troppo temporaneo o meno faticoso, si dovrà puntare su altri settori lavorativi. Per trovare lavoro nel settore agricolo ci si può rivolgere agli imprenditori oppure consultare dei siti internet specializzati, come ad esempio PickNZ, che offre anche un aiuto concreto per il disbrigo delle pratiche burocratiche necessarie e quelle assicurative.

Nel settore turistico si lavoro invece soprattutto presso le stazione sciistiche e quelle balneari lungo la costa: si tratta di posizioni meglio retribuite di quelle dell’agricoltura in cui può essere offerto anche vitto e alloggio a seconda della circostanza. Per cercare lavoro in questo settore è necessario contattare direttamente le diverse strutture turistiche e ricettive. Altre soluzioni interessanti per la ricerca del lavoro sono le agenzie interinali e i quotidiani locali.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>