Al via il progetto Millennial Editor lanciato dalla Casa Editrice Mondadori dedicato agli under 30 che sognano di diventare editor.

Millennial-Editor

L’iniziativa della Mondadori è inedita e riservata a giovani laureati in discipline umanistiche ed economiche cui viene riservata la possibilità di potersi inserire concretamente all’interno del gruppo editoriale. Indispensabile la passione per i libri e la lettura. Il progetto intende individuare otto giovani talenti ai quali verrà garantito un periodo di due anni di lavoro e formazione come editor: previsto  un’assunzione con contratto di apprendistato.

Le figure selezionate seguiranno un percorso lavorativo durante conosceranno le diverse aree editoriali partecipanti a sessioni formative con i professionisti delle diverse professionalizzò della case editrici del Gruppo.

I giovani talenti potranno imparare la professione a 360 gradi dagli aspetti specifici del lavoro editoriale a quelli istituzionali, tecnici e gestionali.

Ci sarà una prima selezione per titoli e competenze e nella seconda settimana di marzo i candidati ritenuti idonei verranno contattati in un Edithon, una giornata a Palazzo Mondadori durante la quale incontreranno le figure di riferimento del progetto e, divisi in gruppi di lavoro, avranno l’occasione di mettersi alla prova.

Entro la fine del mese di aprile, gli otto giovani selezionati saranno destinati, in base alla loro inclinazione, a una delle aree di saggistica, varia, narrativa o educational delle case editrici coinvolte: Einaudi, Electa, Mondadori, Piemme, Rizzoli, Sperling & Kupfer, Mondadori Education e Rizzoli Education.

 

Ecco i requisiti necessari per potersi candidare: 

 

Laurea in discipline umanistiche ed economiche;

Forte passione per il mondo del libro e per la lettura;

Età inferiore ai 30 anni;

Master in editoria (preferenziale);

Breve esperienza nel mondo dell’editoria (preferenziale);

Conoscenza fluente della lingua inglese e di almeno una seconda lingua (francese, spagnolo, tedesco).

 

La sede di lavoro è a Segrate (Milano)/Torino.

Tutti i dettagli del progetto sono disponibili sul sito: la candidatura va inoltrata entro il 16 marzo 2018.

Commenti (2)

  1. C’è gente già formata con del talento che potrebbe essere assunta sin da oggi, ma fa sempre comodo finanziare corsi di formazione per gente ignorante e priva di talento

  2. sono sorpreso che non li sciolgano nell’ acido , forse gli umani hanno la solita corsia preferenziale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>