Modello srl semplificate

di Redazione Commenta

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale n. 189 del 14 agosto 2012 del decreto del ministero della giustizia n. 138, con il quale viene individuato l’atto costitutivo e lo statuto con i quali i notai potranno dare vita alle nuove srl semplificate, ha preso il via la fase nascente dell’ultima nata tra le forme giuridiche societarie previste dal nostro ordinamento. Vediamo allora come è composto il modello, e quali sono le principali clausole che condizioneranno la nascita e la vita di questa particolare forma societaria, nata originariamente per favorire le attività dei più giovani, e poi gradualmente evolutasi in qualcosa di “diverso”.

Il modello, fin dal primo sguardo, è evidentemente improntato alla massima semplicità e trasparenza. Sono infatti contenuti 10 soli articoli, la maggior parte dei quali non personalizzabili e non modificabili, che contribuiscono a definire in maniera chiara quali siano le caratteristiche della srl semplificata.

All’articolo 1 si ribadisce la denominazione societaria di società a responsabilità limitata semplificata e la sede dell’attività, mentre all’articolo 2 il modello prevede l’elencazione dell’oggetto sociale, con il dettaglio delle attività caratteristiche svolte dall’azienda. All’articolo 3 appare invece il riferimento al capitale sociale, che può anche esser inferiore a 10 mila euro, e deve essere sottoscritto integralmente in sede di costituzione (vedi anche Srl semplificata, impossibile distribuire gli utili).

All’articolo 4, un cenno sul divieto al trasferimento delle quote, per atto tra vivi, a persone che abbiano compiuto i 35 anni di età alla data della cessione. All’articolo 5 un riferimento generico sul fatto che l’amministrazione della società sia affidata a uno o più soci, scelti con decisione dei soci. Quindi, all’articolo 6, la nomina degli amministratori, con qualificazione e ruolo svolto nell’ambito del consiglio di amministrazione e, all’articolo 7, il riferimento della rappresentanza generale a carico dell’organo di amministrazione.

Assemblea dei soci, conferimenti e benefici di diritti di bollo e segreteria, oltre all’esenzione degli onorari notarili, completano l’atto costitutivo delle società semplificate (vedi Costi srl semplificata).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>