Nuovo tirocinio: retroattivo o no?

di Redazione Commenta

Il dl 1 del 24 gennaio 2012 ha introdotto una durata del praticantato non superiore a 18 mesi, estendendo l’applicazione del nuovo termine anche in maniera retroattiva, e cioè anche in favore di coloro che avevano già iniziato la pratica alla data di entrata in vigore della legge. Una soluzione, quella del governo, che tuttavia non sembra aver convinto proprio tutti.

Il Ministero della giustizia ha infatti reso un parere sostanzialmente negativo al Consiglio nazionale forense, generando un contrasto interpretativo che ha portato l’Ordine degli avvocati di Firenze a deliberare contro le indicazioni di via Arenula. Una mossa che potrebbe presto essere replicata da altri Ordini, generando di fatto un distacco definitivo , che andrebbe ad aggiungersi alla necessità – da parte del ministero – di emanare un nuovo regolamento che possa chiarire (o complicare ulteriormente) la vicenda.

Ma andiamo con ordine, pur brevemente. L’articolo 9, comma 6, del decreto liberalizzazioni, prevede come “la durata del tirocinio previsto per l’accesso alle professioni regolamentate non può essere superiore a 18 mesi”. Se questo elemento non sembra essere in discussione, lo stesso non può dirsi in riferimento alla retroattività o meno della disciplina. In altri termini: la nuova norma riguarda tutti (anche quelli che hanno iniziato la pratica prima del 24 gennaio) o solo coloro che hanno iniziato il praticantato dopo l’entrata in vigore della norma?

IL PARERE DEL MINISTERO DI GIUSTIZIA SULLA DURATA DEI NUOVI TIROCINI PROFESSIONALI NEL CAMPO FORENSE

Secondo il ministero della giustizia, la norma è irretroattiva, poiché “non sembra che vi siano margini interpretativi per ritenere che le nuove disposizioni sulla durata del tirocinio possano essere applicate retroattivamente”. Se questa linea interpretativa dovesse essere confermata, che ne sarà di tutti coloro che si sono presenti all’esame di Stato con soli 18 mesi di pratica? Un elemento non certo irrilevante, che potrebbe condizionare il futuro della norma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>