Polizia penitenziaria: tutto quello che c’è da sapere sul nuovo maxi concorso

di Gio Tuzzi Commenta

Una notizia che era attesa con ansia da parte di tante persone: stiamo facendo riferimento alla pubblicazione del nuovo bando diconcorso 2022 che prevede l’assunzione di circa 1758 allievi agenti, che entreranno a far parte del Corpo di polizia penitenziaria.

Sono ben due i concorsi che sono stati banditi e che permettono di candidarsi per uno di questi oltre 1700 posti che verranno messi in palio. La prima procedura concorsuale si riferisce solo ai volontari in ferma prefissata di un anno e i volontari che si trovano in ferma prefissata da quattro anni. La seconda procedura concorsuale, invece, offre una chance di accesso al Corpo di polizia penitenziaria anche a quanti sono cittadini italiani, ma non volontari.

Le candidature si potranno inviare fino ad una data ben precisa, che è quella del 19 maggio 2022. Proviamo a scoprire tutte quelle informazioni che possono tornare utili in riferimento alle varie selezioni, così come al bando da rispettare.

Il bando relativo al maxi concorso che è stato indetto da parte della Polizia Penitenziaria si è posto come obiettivo quello di provvedere all’assunzione di qualcosa come oltre millesettecento allievi agenti. Come dicevamo, le procedure concorsuali sono due. Il primo è quello che prevede l’assunzione addirittura di 1055 posti, di cui 791 uomini e 264 donne. Sono due le categorie di candidati che possono partecipare a questo concorso, ovvero gli VFP1 che sono entrati in servizio quantomeno da sei mesi, oppure gli VFP1 in servizio oppure in congedo.

Il secondo concorso in questione, invece, prevede l’assunzione di altre 703 persone, di cui 527 per uomini e 176 per donne. Si tratta di un bando, in questo secondo caso, che è aperto a tutti coloro che sono cittadini italiani.

I requisiti per poter prendere parte a questo tipo di concorsi sono quelli risaputi. Ovvero, avere la cittadinanza italiana, godere di diritti civili e politici, avere almeno 18 anni e non aver ancora superato i 28 anni. Per chi è interessato alla prima procedura concorsuale che abbiamo descritto, sarà sufficiente avere il diploma di scuola secondaria di primo grado.

Proviamo a dare uno sguardo ancora più approfondito alla procedura di selezione. Il primo passo è quello che prevede di affrontare una prova scritta, a cui poi sarà seguita una prova di efficienza dal punto di vista fisico. A questo punto, ecco che ci saranno degli accertamenti sia in ottica psico-fisica che dal punto di vista attitudinale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>