Puglia, nuove opportunità di lavoro nella pubblica amministrazione

di Gio Tuzzi Commenta

Lo scorso 28 dicembre, sulla Gazzetta Ufficiale, sono state pubblicate una serie di bandi particolarmente interessanti per tutti coloro che sono alla ricerca di un impiego in Puglia. Infatti, in totale sono ben 52 i concorsi che sono stati banditi e che comportano l’assunzione a tempo indeterminato di qualcosa come 721 persone complessivamente.

Tutte queste nuove assunzioni avranno come fine ultimo quello di rendere più consistente il personale presente all’interno dei vari uffici, tenendo conto di come le procedure siano aperte fino al prossimo 27 gennaio, che rappresenta il termine utile per procedere con l’iscrizione.

I profili professionali che sono stati banditi a concorsi si suddividono nel seguente modo: sono ben 206 le figure che vengono ricercate che fanno parte della categoria B3, altri 306 i posti di lavoro proposti nella categoria C, mentre sono 209 quelli per la categoria D, con una posizione economica D1. I vari concorsi che hanno come obiettivo quello di rendere più completo l’organico. Tra l’altro, poche settimane fa, era stato bandito un altro concorso che aveva ad oggetto l’assunzione di ben 126 operatori telefonici dedicati alla gestione del numero unico delle emergenze 112.

Fino al prossimo 27 gennaio, termine ultimo per potersi candidare, si potrà prendere parte alla selezione. C’è da notare, come ha messo in evidenza anche l’assessore regionale al personale, ovvero Gianni Stea, che le tempistiche sono state abbreviate, proprio avendo l’intenzione di rendere l’operazione di sostituzione e ringiovanimento del personale molto più rapida. Tutti coloro che si trovano all’estero oppure abitano nelle varie regioni dell’Italia settentrionale, quindi, potrà farlo, tenendo conto di come i concorsi in questione verranno portati a termine con tempistiche piuttosto brevi. Un ottimo sistema per fare in modo che i giovani abbiano finalmente una possibilità da sfruttare.

L’obiettivo, che è chiaramente ambizioso, ma si concilia alla perfezione con le dichiarazioni da ultimo rilasciate dall’assessore regionale al personale Gianni ste, è quello di concludere tutte le assunzioni e, di conseguenza, effettuare le varie prove, entro il prossimo 31 marzo. Il pericolo, in questo caso, è rappresentato più che altro dall’emergenza legata alla pandemia, che potrebbe effettivamente andare a stravolgere le tempistiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>