Università Politecnica delle Marche cerca personale tecnico amministrativo

di Francesco Russo Commenta

Non tutti forse sanno che il 18 gennaio 2003 l’Università degli Studi di Ancona ha cambiato denominazione in “Università Politecnica delle Marche“, a seguito di Decreto Rettorale. L’Università vanta grandi Facoltà, fra cui la più antica è quella di Economia e Commercio e l’offerta formativa è veramente vasta. Vogliamo evidenziare che l’Ateneo ha indetto una selezione, per titoli ed esami, di 3 posti per il personale tecnico amministrativo  a tempo indeterminato di Categoria D1 Area tecnica presso i Dipartimenti di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali, Ingegneria Industriale e Scienze Matematiche e Scienze Cliniche e Molecolari.

 

Per ogni posto sono indicate nel bando le materie a cui bisogna fare riferimento per le prove d’esame. Troverete per questo una tabella di riferimento con i vari allegati. Per il resto le date e le sedi d’esame saranno pubblicate all’Albo Ufficiale on-line dell’Ateneo all’indirizzo www.univpm.it a decorrere dal 14 ottobre 2011.  Da non dimenticare che le domande di ammissione alle selezioni devono essere redatte in carta libera e indirizzate al Direttore Amministrativo dell’Università Politecnica delle Marche all’indirizzo Piazza Roma n. 22 (Ancona). Sono necessari, come sempre, dei requisiti per l’ammissione. In particolare, bisogna essere in possesso del titolo di studio richiesto negli allegati, avere la cittadinanza italiana, aver compiuto il diciottesimo anno di età, avere idoneità fisica all’impiego ed essere in regola con gli obblighi militari.

 

Al seguente indirizzo http://www.univpm.it/Entra/Engine/RAServePG.php/P/736110013400/M/296810013400 troverete il bando di concorso, la domanda di partecipazione, i titoli di preferenza richiesti e gli allegati per ogni dipartimento. Negli allegati (le tabelle di cui parlavamo prima) troverete i titoli richiesti e le disposizioni delle prove. In particolare, ci sono tre prove da superare: una scritta, una scritta con contenuto teorico-pratico ed infine la prova orale. Ad ogni prova è assegnato un punteggio per un massimo di 30 punti. Ai titoli, invece, è attribuito un punteggio massimo di 20 punti. Completate tutte le prove d’esame, la Commissione giudicatrice di ciascuna selezione formulerà la graduatoria generale di merito, secondo l’ordine decrescente della votazione complessiva, costituita dalla somma del voto conseguito nelle prove scritte e nella prova orale e dal punteggio attribuito ai titoli. Il punteggio massimo attribuibile ai titoli e alle prove è pari a 110 e i risultati saranno visibili dal sito dell’Università.
Fonte: GU n. 73 del 13-9-2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>