Teramo: concorso per 1 Specialista Socio Assistenziale

di Martina Commenta

Ciao a tutti/e,

con questo concorso, ci spostiamo a Teramo.

Si tratta di un’opportunità di lavoro a tempo indeterminato. La scadenza delle domande è fissata al 14 Gennaio 2009.

Per voi, il bando integrale.

CITTÀ DI TERAMO

IL DIRIGENTE DEL I SETTORE

In esecuzione del provvedimento del Commissario Straordinario n. 48 del 22/10/2008 avente ad oggetto “Piano triennale delle assunzioni 2008/2010. Modifiche”;

Richiamato il “Regolamento per la disciplina dei requisiti e delle modalità per le assunzioni a tempo indeterminato”, approvato con deliberazione di G.M. n. 334 del 10/07/2008;

Richiamato il D. Lgs. 11 aprile 2006 n. 198;

Vista la determinazione dirigenziale n. 2857 del 03/12/2008 di approvazione del presente bando.

RENDE NOTO

E’ indetto concorso pubblico, per titoli ed esami, a n. 1 posto a tempo indeterminato di “Specialista Socio-Assistenziale”, Categoria D, Tabellare Iniziale 1, presso il Settore VIII del Comune di Teramo.

Il trattamento economico corrisponderà a quello previsto per la relativa categoria e posizione dal CCNL comparto Regioni – Autonomie Locali vigente e sarà soggetto alle ritenute di legge.

L’espletamento del concorso e/o l’eventuale assunzione è subordinato all’esito negativo della procedura avviata da questo Ente ai sensi dell’art. 34-bis del D. Lgs. 165/2001.

REQUISITI PER L’ACCESSO:

Per essere ammessi al concorso gli aspiranti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

1. cittadinanza italiana o cittadinanza di altro Stato appartenente all’Unione Europea, fatto salvo quanto previsto dal secondo comma dell’art.38 del Decreto Legislativo n.165/2001 ed in particolare dal D.P.C.M. del 7 febbraio 1994, n.174;

2. età non inferiore ad anni 18;

3. idoneità psico-fisica a svolgere le funzioni proprie del posto messo a concorso (l’Amministrazione sottoporrà a visita medica di controllo i vincitori in base alla normativa vigente);

4. godimento dei diritti civili e politici;

5. assenza di dispensa o destituzione dall’impiego presso una pubblica amministrazione, ovvero di licenziamento per persistente, insufficiente rendimento, o a seguito dell’accertamento che l’impiego venne conseguito mediante produzione di documenti falsi e comunque con mezzi fraudolenti;

6. assenza di condanne penali per tipologia di reati che escludono l’ammissibilità di rapporto di lavoro alle dipendenze di Pubbliche Amministrazioni;

7. diploma di Laurea (DL) in Servizi Sociali di cui all’ordinamento preesistente al decreto del Ministro dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica n. 509/99, sostituito dal D.M. 270/04, oppure:

– Laurea Specialistica (LS) appartenente alla classe 57/S di cui al D.M. 28/11/2000;
– Laurea Magistrale (LM) appartenente alla classe 87 di cui al D.M. 16/03/2007;
– Laurea di primo livello (L) appartenente alla classe 6 di cui al D.M. 04/08/2000 ovvero alla classe L-39 di cui al D.M. 16/03/2007;

I suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel bando di concorso per la presentazione della domanda di ammissione e devono sussistere alla data di sottoscrizione del contratto di lavoro.
Il difetto dei requisiti prescritti dal bando comporta da parte dell’Amministrazione il diniego alla sottoscrizione del contratto individuale di lavoro.

DOMANDA E DOCUMENTI PER L’AMMISSIONE AL CONCORSO:

La domanda di ammissione al concorso, redatta in carta semplice secondo il fac-simile all’uopo predisposto, debitamente firmata dal concorrente, deve essere indirizzata al “Dirigente del I Settore – Personale, Contratti e Appalti- del Comune di Teramo – Via della Banca, 64100 Teramo” ed inoltrata con una delle seguenti modalità:

– per posta, a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, entro e non oltre le ore 24,00 del giorno 14 gennaio 2009, corrispondente al 30° giorno dalla data di pubblicazione del presente bando all’Albo Pretorio del Comune di Teramo;

– presentata direttamente all’Ufficio Protocollo del Comune di Teramo in Via della Banca, entro e non oltre le ore 12,00 del giorno di scadenza di cui sopra.

La data di spedizione della domanda è stabilita e comprovata dal timbro a data dell’ufficio postale accettante.
Sono escluse le domande che, pur spedite entro il termine fissato, pervengano all’Amministrazione oltre il decimo giorno dallo spirare del termine stesso.

In caso di presentazione diretta della domanda, l’ufficio accettante, dopo aver apposto sulla stessa, all’atto della presentazione, il bollo a data, rilascerà ricevuta recante il bollo a data e la firma del ricevente.
L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità per la mancata o inesatta ricezione della domanda inviata per posta, conseguente a disguidi postali, telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

Nella domanda il candidato dovrà dichiarare ai sensi e con le modalità del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, sotto la propria personale responsabilità, consapevole delle sanzioni penali previste, dallo stesso decreto, in caso di dichiarazioni mendaci:

a) il cognome, il nome, la data ed il luogo di nascita, la residenza, l’eventuale recapito telefonico e il recapito cui indirizzare le comunicazioni relative al concorso, con l’esatta indicazione del numero di codice di avviamento postale;

b) di essere cittadino italiano (o di uno Stato membro dell’Unione europea);

c) l’indicazione del Comune nelle cui liste elettorali è iscritto ovvero i motivi della non iscrizione e della cancellazione dalle liste medesime;

d) l’assenza di condanne e di procedimenti penali pendenti (oppure l’indicazione delle condanne penali anche se siano stati concessi amnistia, indulto, condono o perdono giudiziale e dei procedimenti penali pendenti);

e) di non avere cause di destituzione, di dispensa per persistente, insufficiente rendimento o decadenza presso una P.A.;

f) l’indicazione di eventuali titoli di preferenza di cui all’allegato n. 1);

g) il possesso del titolo di studio indicato dal presente bando alla voce “Requisiti per l’accesso”, specificando presso quale Università è stato conseguito, la data di conseguimento ed il voto ottenuto, o titolo di studio equipollente con indicazione della norma che stabilisce l’equipollenza stessa; la mancata indicazione del voto conseguito comporterà la non attribuzione del relativo punteggio;

h) l’eventuale servizio prestato a tempo determinato o indeterminato alle dipendenze di … (cfr allegato n. 2) “Gruppo II – Titoli di servizio”;

i) la posizione nei riguardi del servizio militare;

j) il possesso dell’idoneità psico-fisica allo svolgimento dei compiti lavorativi propri del profilo professionale cui si riferisce il bando di concorso;

k) la lingua straniera (inglese o francese) rispetto alla quale chiede l’accertamento della conoscenza;

l) di saper utilizzare il personal computer e di conoscere le applicazioni informatiche più diffuse;

m) di acconsentire al trattamento dei dati personali forniti nel rispetto del D. Lgs. 196/2003 e successive modifiche ed integrazioni;

n) di accettare senza riserve le condizioni previste dal presente bando e dalle vigenti disposizioni regolamentari dell’Ente.

Il candidato portatore di handicap deve specificare nella domanda, ai sensi dell’art. 20 della legge 5 febbraio 1992, n.104, l’ausilio eventualmente necessario per l’espletamento delle prove, in relazione alla propria disabilità, nonché segnalare l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi. A tale fine dovrà produrre, al momento delle prove stesse, idonea documentazione sanitaria rilasciata dalla ASL che consenta di quantificare, in termini percentuali, il tempo aggiuntivo ritenuto necessario.

Alla domanda di partecipazione al concorso, il candidato dovrà allegare:
– la ricevuta comprovante il versamento della tassa di € 7,75 effettuato con una delle seguenti modalità:
– bonifico bancario intestato al Comune di Teramo – Tesoreria Comunale – Banca Tercas – via Pepe, n. 12/A – 64100 Teramo (cod. IBAN: IT79A0606015304CC0780009912);
– vaglia postale o c.c. postale n. 10134641 intestato a “Comune di Teramo – Tesoreria Comunale – Via Pepe 12/A – 64100 TERAMO”.

In ogni caso dovrà essere specificata la causale “Tassa per la partecipazione al concorso a n. 1 Specialista Socio-Assistenziale”.
– copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità.

Il candidato potrà altresì allegare il curriculum professionale debitamente sottoscritto. In tal caso, tutti gli elementi, attività, titoli etc… indicati nel curriculum, che non possono essere oggetto di autodichiarazione ai sensi dell’art. 46 del DPR 445/2000, per essere valutati devono essere allegati alla domanda in originale o in copia autenticata.

La mancata sottoscrizione del curriculum comporterà la non valutazione dello stesso.

AMMISSIONE, ESCLUSIONE E REGOLARIZZAZIONE DELLE DOMANDE.

Il Dirigente del Personale, con propria determinazione, decide sull’ammissione o meno dei candidati, provvedendo a comunicare i motivi dell’esclusione a quelli non ammessi, con lettera raccomandata r. r.

Sono esclusi dal concorso:
-coloro che presentino la domanda di partecipazione priva della sottoscrizione autografa;
-coloro che presentino la domanda di ammissione dopo il termine perentorio stabilito per la presentazione;
– coloro che sulla base delle dichiarazioni contenute nella domanda di partecipazione e della documentazione allegata, risultino non essere in possesso di tutti i requisiti prescritti per l’ammissione.

Per le domande contenenti difetti formali, nonchè per il mancato o irregolare versamento della tassa di partecipazione, il Dirigente al Personale assegnerà ai candidati un termine congruo e perentorio per la relativa regolarizzazione.

PROVE D’ESAME E FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA.

Gli esami consistono in una prova scritta a contenuto teorico-pratico ed in una prova orale.

La prova scritta verte sulle seguenti materie:
– Problematiche dello sviluppo della persona nel contesto familiare e sociale;
– Legislazione ed interventi in materia di assistenza dei minori, degli anziani e dei portatori di handicap.

La prova orale verte sulle stesse materie della prova scritta ed inoltre:
– Metodologia del servizio sociale;
– Diritto di Famiglia;
– Testo Unico delle Leggi sull’Ordinamento degli Enti Locali (D. Lgs. 267/2000);
– Legislazione in materia di diritto di accesso agli atti e tutela della Privacy;
– Norme di sicurezza nei luoghi di lavoro.

La prova orale è integrata con l’accertamento della conoscenza dell’uso di personal computer e delle applicazioni informatiche più diffuse, della conoscenza della lingua inglese o francese, a scelta del candidato.

Nella prima seduta, la Commissione, considerato il numero dei concorrenti, stabilisce il termine del procedimento concorsuale e lo rende pubblico mediante affissione all’Albo Pretorio.
Il diario delle prove deve essere comunicato agli interessati almeno quindici giorni prima dell’inizio di ciascuna, unitamente all’indicazione della data, dell’ora e del luogo di svolgimento della prova stessa.

Per sostenere gli esami i candidati dovranno esibire idoneo documento di riconoscimento.
I candidati possono consultare soltanto i testi di legge non commentati ed i dizionari; non possono usare telefoni cellulari, i-pod, palmari, computer portatili o qualsiasi altro strumento elettronico idoneo alla memorizzazione di informazioni o alla trasmissione di dati.

Saranno ammessi a sostenere la prova orale solo coloro che abbiano conseguito nella prova scritta il punteggio di almeno 21/30.
La Commissione, prima dell’inizio della prova orale, determina i quesiti da porre ai singoli candidati per ciascuna delle materie di esame. Tali quesiti sono proposti a ciascun candidato previa estrazione a sorte.

La valutazione della prova orale viene effettuata al termine di ogni singolo colloquio d’esame ed il punteggio minimo per conseguire l’idoneità è di 35/50, dal momento che comporta anche l’accertamento, da parte dei membri aggiunti alla Commissione esaminatrice, della conoscenza di una lingua straniera tra inglese e francese, a scelta del candidato, e delle applicazioni informatiche più diffuse.

Al termine di ogni seduta dedicata alla prova orale, la Commissione esaminatrice forma l’elenco dei candidati esaminati, con l’indicazione del voto da ciascuno riportato, da affiggere presso la sede d’esame.

La Commissione esaminatrice, al termine della prova orale, procede alla formazione della graduatoria provvisoria dei candidati idonei sulla base della somma dei singoli punteggi conseguiti nella valutazione dei titoli e delle prove di esame.

La graduatoria provvisoria, stilata dalla Commissione esaminatrice, è pubblicata con la massima tempestività, all’Albo Pretorio sino alla sostituzione con quella definitiva.
Ultimato il procedimento concorsuale, la Commissione esaminatrice provvede, tramite il Presidente, ad inviare la graduatoria provvisoria, unitamente a tutti gli atti del concorso, al Dirigente al Personale per gli ulteriori adempimenti di competenza.

Il Dirigente al Personale, entro gg. 15 dal ricevimento degli atti del procedimento concorsuale, accerta l’insussistenza di motivi di illegittimità dello stesso e, nei confronti dei vincitori, la veridicità delle dichiarazioni prodotte in merito al possesso dei titoli di studio e di servizio ed eventualmente dei titoli di precedenza e/o preferenza. Quindi, stila la graduatoria definitiva, tenendo conto, se del caso, delle precedenze previste nel bando di concorso e, laddove vi sia parità di punti, dei titoli di preferenza previsti dalla normativa vigente ed autodichiarati dai concorrenti nelle istanze di partecipazione al concorso. La graduatoria definitiva è approvata, unitamente alle risultanze del procedimento concorsuale, con determina del dirigente e pubblicata per gg.15 consecutivi all’Albo Pretorio.
L’accertamento di non veridicità delle dichiarazioni prodotte comporta la modifica d’ufficio della graduatoria, oltre all’inoltro della denuncia all’Autorità giudiziaria.

Con il concorrente dichiarato vincitore e risultato in possesso dei requisiti per l’assunzione, è stipulato apposito contratto individuale di lavoro predisposto sulla base della normativa vigente.
L’assunzione del vincitore verrà effettuata nei limiti stabiliti dalle disposizioni legislative in materia finanziaria in vigore al momento dell’assunzione e nell’ambito della previsione di spesa del rispettivo esercizio finanziario. L’intera procedura concorsuale e le relative conseguenti assunzioni, infatti, restano soggette a successive eventuali disposizioni legislative in materia ed alle esigenze organizzative, operative e finanziarie dell’Amministrazione.

La graduatoria definitiva resterà in vigore per il periodo previsto dalle disposizioni vigenti, e potrà essere utilizzata per ulteriori assunzioni a fronte di esigenze che si accerteranno presso i servizi dell’Ente.
Il presente concorso è bandito tenendo conto del disposto della Legge n.68 del 12/3/1999.
I candidati hanno la facoltà di esercitare il diritto di accesso agli atti del presente procedimento, nel rispetto delle modalità e tempi previsti dalla vigente legislazione.

Il testo integrale del bando ed il fac-simile di domanda sono disponibili sul sito:www.comune.teramo.it
Ai sensi dell’art.8 della Legge 241/90 si comunica che il Responsabile del procedimento amministrativo è la Dott.ssa Rosalia Trapani – Funzionario della Sezione “Amministrazione Generale delle Risorse Umane” – tel.: 0861/324288- 324291.

DALLA RESIDENZA COMUNALE,16 dicembre 2008

IL DIRIGENTE I SETTORE
(D.ssa Cristina Di Gesualdo)

ALLEGATO N. 1) – TITOLI DI PREFERENZA
A parità di punteggio i titoli di preferenza sono:
1. gli insigniti di medaglie al valor militare;
2. i mutilati ed invalidi di guerra ex combattenti;
3. ” ” ” ” per fatto di guerra;
4. ” ” ” ” per servizio nel settore pubblico e privato;
5. gli orfani di guerra;
6. gli orfani dei caduti per fatto di guerra;
7. gli orfani dei caduti per servizio nel settore pubblico e privato;
8. i feriti in combattimento;
9. gli insigniti di croce di guerra o di altra attestazione speciale di merito di guerra, nonchè i capi di famiglia numerosa;
10. i figli dei mutilati e degli invalidi di guerra ex combattenti;
11. ” ” ” ” ” ” per fatto di guerra;
12. ” ” ” ” ” ” per servizio nel settore pubblico e privato;
13. i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti di guerra;
14. i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per fatto di guerra;
15. i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per servizio nel settore pubblico e privato;
16. coloro che abbiano prestato servizio militare come combattenti;
17. coloro che abbiano prestato lodevole servizio a qualunque titolo, per non meno di 1 anno, nell’Amministrazione che ha indetto il concorso;
18. i coniugati e i non coniugati con riguardo al numero dei figli a carico;
19. gli invalidi ed i mutilati civili;
20. i militari volontari delle Forze Armate congedati senza demerito al termine della ferma o rafferma .

A parità di merito e titoli la preferenza è determinata:
a) dal numero dei figli a carico, indipendentemente dal fatto che il candidato sia coniugato o meno;
b) dall’aver prestato lodevole servizio nelle Amministrazioni Pubbliche;
c) dalla più giovane età.

ALLEGATO N. 2) – TITOLI VALUTABILI (MAX PUNTI 30/30)
Il punteggio assegnato alla Commissione per la valutazione dei titoli è dalla stessa ripartito nell’ambito dei seguenti gruppi di titoli:
-GRUPPO I – TITOLI DI STUDIO, non più di 10 punti;
-GRUPPO II – TITOLI DI SERVIZIO, non più di 8 punti;
-GRUPPO III – CURRICULUM PROFESSIONALE, non più di 12 punti.
GRUPPO I – TITOLI DI STUDIO:

Il titolo di studio richiesto per l’ammissione è valutato come da tabella seguente:
VOTAZIONE
PUNTEGGIO
Da 66 a 82/110 o da 60 a 75/100
2
Da 83 a 94/110 o da 76 a 86/100
4
Da 95 a 104/110 o da 87 a 93/100
6
Da 105 a 110/110 e lode o da 94 a 100/100 e lode
8
Per la valutazione del titolo di studio superiore a quello previsto dal bando, la Commissione attribuirà il punteggio aggiuntivo da 0,5 a 2, in base al voto riportato dal concorrente secondo i criteri prestabiliti dalla stessa Commissione; nel caso di possesso di più titoli di studio superiori, la Commissione valuterà in questa categoria soltanto quello che risulta più favorevole al concorrente.

GRUPPO II – TITOLI DI SERVIZIO:

E’ valutabile il servizio prestato a tempo determinato ed indeterminato alle dipendenze degli Enti di cui all’art.1, comma 2, del D.Lgs. n.165/2001 nella categoria cui si riferisce il posto messo a concorso e/o in quella/e superiore/i con punti 1,0 per anno, e/o nella categoria immediatamente inferiore con punti 0,5 per anno. Il servizio viene valutato con riferimento ai periodi maturati entro il termine fissato per la presentazione delle domande, ovvero alla data del rilascio del certificato, se anteriore al termine predetto.

Il periodo di tempo trascorso come militare di cui all’art. 77 c.7 del D.P.R. n.237/64 e successive modifiche ed integrazioni, è valutato come servizio prestato nella categoria cui il posto si riferisce.
Il servizio svolto presso un Ente di cui all’art.1, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001 per mansioni superiori a quello del profilo professionale di appartenenza, formalmente attribuite, è valutato come quello prestato nella categoria superiore.

Le frazioni di anno sono conteggiate in ragione mensile considerando come mese intero i periodi continuativi di trenta giorni o frazioni superiori a 15 giorni anche se discontinui.
Non sono da valutare i periodi trascorsi a scopo di tirocinio e di addestramento presso Enti pubblici in qualità di volontario.
In caso di servizi contemporanei è valutato quello più favorevole al candidato.
Il servizio part-time è valutato in misura proporzionale.

GRUPPO III – CURRICULUM PROFESSIONALE:

La Commissione stabilisce preventivamente, in linea generale, i titoli cui essa intende dare valutazione in questa categoria, compresi tutti gli elementi e le attività che essa ritiene apprezzabili al fine di determinare il livello di formazione culturale, di specializzazione o qualificazione del concorrente, in rapporto alla professionalità richiesta per il posto al quale la selezione si riferisce purchè non valutati nella prima e seconda categoria.

Sono comunque valutati:
– le pubblicazioni attinenti i contenuti professionali del posto cui si riferisce il concorso;
– la frequenza di corsi di perfezionamento o aggiornamento su discipline ed attività professionali attinenti alle funzioni del posto cui si riferisce il concorso con un punteggio massimo complessivo di punti tre, attribuito in base alla durata complessivamente considerata dei corsi; qualora il corso o più corsi si siano conclusi con un esame, superato positivamente, il punteggio massimo attribuibile è di punti 5;
– l’idoneità in concorsi, relativa a posti di profilo professionale equivalente o superiore a quello cui la selezione si riferisce;
– gli incarichi speciali svolti presso altri Enti che evidenzino attitudine e capacità professionale rispetto al posto al quale il concorso si riferisce;
– il possesso di ulteriore diploma di laurea con un punteggio da un minimo di 0,5 ad un massimo di 1,5, in base al voto conseguito, secondo i criteri prestabiliti dalla stessa Commissione.

FAC-SIMILE DI DOMANDA (da redigersi in carta semplice, in stampatello maiuscolo o a macchina)

Al Dirigente del I Settore
Via della Banca 1
64100 TERAMO

. 1 . . . sottoscritt . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . chiede di essere ammess . . . a partecipare al concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di n. 1 posto a tempo indeterminato di “Specialista Socio-Assistenziale”, Categoria D, Tabellare Iniziale 1, presso il Settore VIII del Comune di Teramo.

A tal fine, ai sensi e per gli effetti degli artt. 46 e 47 del D.P.R 28 dicembre 2000, n. 445, dichiara sotto la propria personale responsabilità e consapevole delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del medesimo D.P.R. in caso di dichiarazioni mendaci:
– di essere nat…a. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
il ……………………………;
– di risiedere a. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . in Via/fraz . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . nr. . . . . . . . . . . . c.a.p………….. ( tel. Nr. . . . . . . . . . . . . .. . . . . . . . . . . . . );
– di essere in possesso della cittadinanza italiana ovvero di essere cittadino di uno degli Stati membri dell’Unione Europea (specificare). In quest’ultimo caso il candidato dovrà dichiarare di godere dei diritti civili e politici nello Stato di appartenenza e di avere adeguata conoscenza della lingua italiana;
– di essere iscritto nelle liste elettorali del Comune di ……………………………………. .(in caso contrario, precisare i motivi della non iscrizione e della cancellazione dalle medesime);
– di non aver riportato condanne penali e di non avere procedimenti penali pendenti (in caso contrario dichiarare le eventuali condanne penali riportate, anche in presenza di amnistia, indulto, condono o perdono giudiziale e/o gli eventuali procedimenti penali pendenti a proprio carico);
– di non avere cause di destituzione, di dispensa per persistente insufficiente rendimento o decadenza presso una Pubblica Amministrazione;
– di essere in possesso del seguente titolo di studio. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . conseguito presso. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . (indicare denominazione e sede) in data ……………. riportando la votazione di …………;
– di aver prestato servizio a tempo determinato o indeterminato alle dipendenze di . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ……. . nella categoria ……. dal …………… al ………….con servizio part-time/full-time;
– di avere l’idoneità psico-fisica allo svolgimento dei compiti lavorativi propri del posto messo a concorso;
– di scegliere, per l’accertamento della conoscenza di una lingua straniera, la seguente lingua . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . (indicare tra francese ed inglese);
– di saper utilizzare il personal computer e di conoscere le applicazione informatiche più diffuse;
– di essere nella seguente posizione nei riguardi del servizio militare: …………………………;
– di avere diritto alla preferenza nella graduatoria di merito a parità di punteggio per i seguenti motivi: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . (dichiarazione da effettuarsi solo in caso si possa far valere uno dei titoli riportati nell’allegato n. 1);
– di far presente che il recapito presso il quale deve essere fatta qualsiasi comunicazione relativa al concorso è il seguente: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . ;
– di acconsentire al trattamento dei dati personali forniti nel rispetto del D. Lgs. 196/2003 e successive modifiche ed integrazioni;
– di accettare senza riserve le condizioni previste dal presente bando, nonché quelle previste dalle vigenti disposizioni regolamentari dell’Ente.
Si allega:
– ricevuta del versamento della tassa concorso di € 7,75
– copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità
– curriculum professionale

Data …………………… Firma …………………

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>