Università di Salerno, sono stati lanciati due nuovi concorsi

di Gio Tuzzi Commenta

In Campania c’è una nuova possibilità di lavoro, che arriva dall’Università di Salerno. Infatti, è stato pubblicato un bando per l’assunzione di due addetti per l’archivio e due addetti per la statistica, coprendo quattro posti di lavoro che erano vacanti nell’organico.

Si tratta di due posti di lavoro che prevedono un contratto a tempo indeterminato e che si rivolge a candidati che hanno almeno il diploma, a cui verrà data la qualifica di istruttori amministrativi categoria C1. È stata fissata, come si può facilmente intuire, anche la scadenza per poter rispondere al bando: bisogna presentare la domanda entro il giorno 8 settembre. 

Diamo uno sguardo un po’ più nello specifico a entrambe le proposte. Si tratta di quattro posti di lavoro in totale: due si riferiscono all’attività di addetti alle attività di archivio e due, invece, sono legati all’attività di addetti supporto alla didattica. Per tutti e due i concorsi a cui stiamo facendo riferimento è prevista la riserva di un posto a favore dei volontari delle forze armate.

Proviamo ad approfondire, invece, i requisiti per poter prendere parte al concorso. Il primo è quello di avere la cittadinanza italiana oppure di uno degli altri stati che fanno parte dell’UE. Non solo, visto che per poter partecipare al bando in questione serve il godimento dei diritti politici, ma anche avere la maggiore età, oltre che un certificato di idoneità fisica, senza dimenticare anche la posizione regolare rispetto all’obbligo di leva, per tutti coloro che sono nati prima del 1985. Attenzione anche al fatto di non aver riportato condanne penali oppure di non essere parte di un procedimento penale che è ancora pendente. Infine, non bisogna avere alcun tipo di parentela o affinità, fino al quarto grado incluso, rispetto al Rettore, al direttore generale, al direttore del personale piuttosto che a uno dei membri del consiglio di amministrazione.

Tra gli altri requisiti troviamo anche quello che si riferisce all’elettorato politico attivo, e al fatto di aver conseguito il diploma di istruzione secondaria di secondo grado. La selezione prevede che i candidati debbano affrontare ben due prove di esame: la prima ha il carattere della prova scritta chiaramente, mentre la seconda è la prova orale. Entrambe, come si può facilmente intuire, si focalizzeranno sui vari argomenti che sono prospettati e descritti all’interno del bando di concorso stesso.  Ricordiamo, infine, come la domanda di partecipazione potrà essere inviata solo ed esclusivamente in modalità informatica online tramite l’apposita pagina. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>