Agevolazioni fiscali per assegni di mantenimento

di Anna Carbone Commenta

In caso di separazione o divorzio fra due coniugi si pone sempre, fra gli altri inevitabili problemi, quello dell’assegno di mantenimento, anche sotto l’aspetto fiscale.

Viene a crearsi, infatti, una tra le situazioni familiari e reddituali più difficili, che abbisognano di una maggiore tutela fiscale. Allo scopo il Tuir ha previsto una detrazione d’imposta sugli assegni periodici di mantenimento sia per il coniuge che eroga l’assegno periodico di mantenimento che per il coniuge che lo incassa. La detrazione fiscale Irpef a favore del coniuge che percepisce l’assegno periodico di mantenimento è uguale a quella concessa per i redditi da pensione, ma non si cumula con il reddito di lavoro dipendente.

Il contribuente che ha un reddito annuale ha l’obbligo di pagare l’imposta sul reddito Irpef. Il Fisco italiano prevede una serie di agevolazioni allo scopo di alleviare l’onere fiscale al contribuente in particolare situazione economica e familiare, fra le quali appunto la detrazione dell’imposta reddituale Irpef. Sono agevolazioni fiscali mirate alla riduzione dell’imposta effettivamente da pagare e strettamente rapportate alla situazione reddituale e familiare del contribuente.

Nel caso di un nucleo familiare diviso per separazione o per divorzio, viene a crearsi una situazione particolare: i redditi dei coniugi sono soggetti a due diverse tipologie di agevolazioni fiscali.

Il coniuge separato o divorziato che eroga l’assegno periodico di mantenimento può dedurre dal proprio reddito gli assegni destinati all’ex-coniuge, in quanto rientrano tra gli oneri deducibili dal reddito. Invece, il coniuge che percepisce l’assegno periodico di mantenimento da parte dell’ex-coniuge può usufruire di una detrazione fiscale d’imposta. Più chiaramente: non può detrarre gli assegni percepiti dal proprio reddito, ma usufruisce di una detrazione fiscale basata sul suo reddito complessivo. Questa detrazione consente una riduzione dell’imposta Irpef effettivamente da pagare, in quanto riduce l’imposta lorda.

Ci ripromettiamo di approfondire in seguito l’argomento e di informarvi su eventuali aggiornamenti sul tema. Un tema quanto mai delicato, rivolto a ridurre alquanto, a livello economico, l’impatto dei possibili vari cambiamenti nell’ambito di un nucleo familiare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>