Come diventare body painter

di Piero 81 Commenta

Quella del body painter è una professione creativa che negli ultimi anni ha preso sempre più piede in diverse parti del mondo. L’usanza di colorare il proprio corpo era già in voga molti millenni fa, anche se questa professione viene considerata oggi tra quelle più moderne. Il body painting, infatti, nell’antichità era considerata un’arte ornamentale che veniva costantemente praticata sia dalle civiltà precolombiane, che da tutti gli aborigeni, come ad esempio i Maori, ma anche da alcune tribù africane e da alcune popolazioni europee dei secoli passati come i Celti. 

Molti anni fa in colori utilizzati per dipingere il corpo umano erano ricavate da sostanze ed elementi naturali, come ad esempio vegetali, piccoli animali e parassiti. Oggi per in body painting si tende ad usare colori biologici o comunque tempere atossiche.

Come diventare tatuatore e mettersi in proprio

Quella del body painter è una professione artistica che deve essere svolta soprattutto da coloro che sono mossi da una grande passione nei confronti di questa pratica.

Come diventare tatuatore

Se volete sapere come diventare un body painter in questa piccola guida potete trovare alcuni utili consigli, suggerimenti e indicazioni per sapere come arrivare a svolgere tale lavoro.

Come diventare body painter

Un bravo body painter è innanzitutto una persona molto pratica con carta e matita. Quest’ultimo, infatti, deve sapere disegnare e avere grande dimestichezza con il disegno a mano libera. Una buona preposizione al disegno e alle materie artistiche è quindi essenziale per coloro che vogliono svolgere questo lavoro. La prima cosa da fare è dunque mettere alla prova le proprie competenze e frequentare dei corsi di disegno e pittura per diventare in grado di dipingere e disegnare.

Con il tempo si riuscirà anche a sviluppare un proprio stile una volta che si saranno appresi i rudimenti dell’arte. I negozi di belle arti sono quelli che in genere vendono tutto l’occorrente per realizzare i disegni sul corpo. Oltre ai colori, serviranno quindi i pennelli, le spugnette, le spatole, l’aerografo e le cere da usare come base. Possono essere anche usati altri prodotti che di norma vengono utilizzati per il make up teatrale e quello cinematografico.

Se avrete acquisito dimestichezza con le diverse tecniche pittoriche, e avrete procurato tutto l’occorrente, potrete passare alla pratica. In queste prime fasi di lavoro può essere di grande aiuto avere dalla propria parte delle persone amiche disposte ad esibirvi al posto vostro o che si prestino a farvi esercitare nella pittura corporale. 

Una volta che averete raggiunto un buon livello di perfezione, potete pensare di esporre i vostri lavori in pubblico. Questo può avvenire ad esempio partecipando ad eventi speciali come una festa a tema, un party estivo o una serata in discoteca.

Per farvi conoscere potete anche pensare di sottoporre i vostri lavori ad una agenzia, attraverso un book fotografico o un portfolio. Potreste essere così notati da un centro estetico o da una agenzia organizzatrice di eventi. Questa attività può cominciare all’inizio come un hobby, quando ancora siete alle prime armi, e poi trasformarsi in un vero e proprio lavoro, quando avrete maggiore dimestichezza e un vostro stile originale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>