Come diventare volontario della Croce Rossa Italiana

di Piero 81 Commenta

Anche in Italia esiste la Croce Rossa, una organizzazione nazionale che ha il compito di prestare soccorso e assistenza a tutte le persone che hanno necessità di ricevere aiuto. La Croce Rossa Italiana è anche affiliata alla Croce Rossa Internazionale, una organizzazione di livello giuridico globale che opera anche al di fuori dei confini nazionali.

 

All’interno di questa organizzazione, la maggior parte del lavoro viene svolto dai volontari, i quali sono reclutati in tutte le nazioni compreso il nostro paese, l’ Italia. Ma come si fa a diventare un volontario della Croce Rossa? Quali sono gli studi da compiere e i percorsi formativi da svolgere e quali sono le modalità con cui si intraprendere questo lavoro socialmente utile?

Come diventare volontario ospedaliero

Se siete interessati a lavorare nel settore del volontariato potete farlo anche attraverso questa organizzazione. Se volete sapere come fare in questa piccola guida abbiamo raccolto tutte le indicazioni, le informazioni e i consigli per poter accedere a tale percorso.

Come diventare volontario in Africa

Come diventare volontario della Croce Rossa Italiana

Per diventare a tutti gli effetti un volontario della Croce Rossa Italiana è necessario innanzitutto avere buone doti personali, come molto spirito di iniziativa e intraprendenza personale, in modo da poter essere d ‘ aiuto alle persone più bisognose di cure. Questo tipo di attività, inoltre, come previsto dal protocollo dell’ organizzazione stessa, si basa sul volontariato e non prevede alcuna remunerazione dal punto di vista economico. Questo lato del lavoro deve essere dunque ben chiaro e accettato prima di intraprendere il lavoro stesso.

Per entrare a far parte di questa organizzazione è poi necessario possedere alcuni requisiti, tra cui alcuni requisiti personali e alrti di tipo burocratico, come ad esempio aver compiuto i ventisei anni di età e presentare la dovuta richiesta di iscrizione alla Croce Rossa Italiana.

Una volta redatta questa pratica, essa viene presa in esame e la persona interessata viene contattata per un colloquio iniziale. Una volta passata questa prima selezione si frequenta un corso gratuito della durata di 15 giorni, ogni lezione delle quali ha una durata di circa tre ore, ed è incentrata su una parte teorica e una pratica. In questo modo si riceveranno le basi per poter svolgere l’ assistenza sociale e alla fine si riceverà un attestato di idoneità per prestare il proprio lavoro in campo medico.

Una volta entrati nell’ organizzazione si possono scegliere le modalità di lavoro in Italia o all’ estero dove in particolare è necessario affrontare situazioni di particolare difficoltà anche comunicando in una lingua straniera. In questa attivita si potrà effettuare il volontariato per strada o direttamente in tenda oppure sulle autoambulanze. Per iniziare ci si potrà rivolgere all’ associazione presente nella propria città, sia per fare l’ autista, se muniti di patente C, sia per fare il barelliere sia per fare l’ assistente medico.

Solo in questo ultimo caso è necessario frequentare un corso apposito, da superare con abilità e esperienza. Si dovrà ad esempio imparare ad usare un defibrillatore oppure a praticare la respirazione bocca a bocca se necessario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>