Come diventare volontario ospedaliero

di Redazione 1

Uno dei modi per entrare in contatto con il mondo del lavoro è il volontariato. Il volontariato è un’attività che si svolge a titolo gratuito in diversi luoghi e sedi ma che è mossa da un alto valore morale. I volontari, infatti, sono persone che mettono a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per alcune mansioni di fondamentale importanza sociale, ambientale e così via. Aiutare gli altri è un’attività che porta inoltre grandi benefici sul piano personale, perché permette di rendersi utili e di migliorare l’autostima di se stessi. 

Uno dei luoghi in cui si può compiere il volontariato sono gli ospedali. Esistono infatti numerosi volontari ospedalieri che compiono il loro lavoro al fianco di infermieri e paramedici, contribuendo al benessere delle persone ricoverate e di quelle che non hanno nessuno che si occupi di loro. ma come si fa a diventare volontari ospedalieri e a mettere il proprio tempo a disposizione di chi ne ha bisogno? Servono delle qualità specifiche o si tratta di una attività che tutti possono svolgere?

Come diventare farmacista ospedaliero

A questa e ad altre domande di questo tipo abbiamo cercato di rispondere all’interno di questa breve guida che spiega come arrivare a lavorare come volontario ospedaliero.

Come diventare Operatore Polivalente di Salvataggio in Acqua – OPSA

Come diventare volontario ospedaliero

Il lavoro dei volontari non è in genere molto regolamentato ma in alcuni casi, soprattutto nelle organizzazioni più grandi è gestito da apposite associazioni umanitarie, che si occupano della selezione dei volontari e che si interessano ad essere accreditate presso le strutture sanitarie stesse per lo svolgimento delle proprie attività.

Se si vuole avere informazioni su questo tipo di attività presso il vostro ospedale la prima cosa da fare è informarsi presso l’ufficio relazioni con il pubblico – URP – il quale vi saprà indicare le modalità con cui viene effettuato il servizio nella struttura. In alcuni casi possono essere anche alcune organizzazioni sindacali ad interessarsi del problema.

Dovete però considerare anche il fatto che in molte strutture ospedaliere di piccola o media entità l’ufficio relazioni con il pubblico potrebbe mancare e allora in questi casi dovrete recarvi direttamente negli uffici amministrativi, i quali sapranno darvi le relative informazioni in merito. Ricordate che le segreterie sono aperte al pubblico in determinati orari del giorno.

Il lavoro del volontario ospedaliero può essere adatto a tutti, purché se ne senta il bisogno e si abbia la volontà di dedicarsi a questo particolare settore. A volte sono soprattutto i neo – pensionati a scegliere il volontariato ospedaliero come modo per superare il passaggio dalla vita lavorativa attiva a quella del riposo. Inoltre, data la coincidenza d’età, è più facile sentirsi vicini alle persone ricoverate.

Ogni struttura ospedaliera è rappresentata da tre diversi direttori: quello amministrativo, quello sanitario e quello generale, che serve da coordinatore delle altre due figure. E’ necessario fare riferimento a queste personalità se si vuole lavorare all’interno di un ospedale.

Sono diversi infine i reparti in cui si può lavorare. Il più grande è quello della medicina generale, ma anche quello pediatrico o quello di terapia intensiva possono accogliere volontari.

Commenti (1)

  1. Vorrei fare volontariato in ospedale. (Sassari) cosa devo fare? Grazie [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>