Contributi lavoro, prestiti agevolati ai giovani imprenditori

di Redazione Commenta

Una interessante iniziativa della Provincia di Rovigo permetterà a tutti i giovani titolari di aziende di poter divenire beneficiari di interventi creditizi utili per poter supportare le proprie attività imprenditoriali. Un’iniziativa che riscuoterà certamente significativo successo nell’area territoriale di competenza, vista e considerata la necessità di poter garantire alle piccole e medie imprese un’adeguata risorsa di accesso al credito bancario.

Il funzionamento del bando è piuttosto semplice: tutti i giovani imprenditori locali, che siano titolari di una partita Iva da non più di un anno, potranno richiedere un finanziamento aziendale alle filiali della Cassa di risparmio del Veneto, attraverso il quale avviare un proprio progetto di impresa. La Camera di Commercio di Padova diventerà garante del finanziamento, grazie allo stanziamento di un Fondo rischi di oltre 350 mila euro.

I singoli finanziamenti dei progetti di impresa supportabili potranno concorrere tra un minimo di 5 mila euro e un massimo di 25 mila euro. I neoimprenditori verranno così ricondotti all’interno del progetto “Microcredito d’impresa”, con una serie di sostegni agevolativi ai neoimprenditori o agli aspiranti imprenditori.

Concretamente, i prestiti verranno erogati dalle filiali della Cassa di risparmio del Veneto, con accesso in qualsiasi agenzia della rete commerciale dell’istituto bancario. Sarà la stessa Cassa di risparmio a valutare e selezionare i progetti migliori ai quali concedere il finanziamento, di cui – come già detto – la Camera di Commercio di Padova sarà fideiussore in qualità di titolare del fondo rischi per le garanzie.

Ricordiamo infine come al progetto “Microcredito d’impresa” – al cui interno è presente l’iniziativa di cui parliamo in queste righe – partecipino, oltre alla Provincia di Rovigo, al la Camera di Commercio di Padova e alla Cassa di Risparmio del Veneto, anche la Fondazione Cariparo, la Camera di Commercio di Rovigo, la Provincia di Padova, e l’associazione Vobis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>