Disoccupati: addio alla mobilità

di Martina Commenta

 

I lavoratori disoccupati devono dire addio alla mobilità. Proprio così: a 25 anni dalla sua istituzione, dal 1 gennaio 2017 l’indennità che spettava ai lavoratori licenziati da imprese industriali con più di 15 dipendenti o commerciali con oltre 50 non esiste più.

 

Ai disoccupati resta quindi soltanto la Naspi la cui durata è però inferiore rispetto alla mobilità (24 mesi): l’assegno, il cui importo andrà diminuendo ogni mese, potrà essere pari fino al 75% dello stipendio medio degli ultimi 4 anni (il tetto massimo è comunque sia fissato a € 1300,00 al mese).

DISOCCUPAZIONE: NOVITA’ 2017

Tra le altre novità di questo 2017 figura anche l’assegno di ricollocazione destinato ai lavoratori disoccupati da più di 4 mesi e che già ricevono la Naspi.

ASSEGNO DI RICOLLOCAZIONE PER I DISOCCUPATI

Si tratta di un voucher che i disoccupati potranno pendere per la ricerca di lavoro; coloro i quali riceveranno una lettera dall’Anpal (la nuova Agenzia per l’Occupazione prevista dal Jobs Act) dovranno completare la procedura iscrivendosi all’interno del sito web ed inserendo tutti i dati richiesti; i beneficiari verrà erogato un voucher compreso tra i 1.000 e i 5.000 euro da spendere presso un centro per l’impiego o un’agenzia per il lavoro accreditata per la propria formazione.

Per maggiori informazioni potete rivolgervi alla sede Inps più vicina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>