G7, crescita e occupazione

di Redazione Commenta

Ieri vi abbiamo riportato la testimonianza di come il mondo politico italiano sembra essersi finalmente svegliato da una specie di letargo ed essersi accorto della grave crisi economica. Oggi vogliamo riportarvi i risultati finali del G7 che si è chiuso ieri a Roma. La principali e forse più importante conclusione è che i paesi utilizzeranno tutti gli strumenti a disposizione per sostenere la crescita e l’occupazione. Il grave rallentamento economico a livello globale infatti

ha già portato a consistenti perdite occupazionali e si prevede che durerà per quasi tutto il 2009

Ed ancora, come si legge nel documento finale

Un sistema aperto del commercio e degli investimenti è indispensabile per la prosperità globale. Il G7 rimane impegnato a evitare misure protezionistiche che avrebbero solo l’effetto di esacerbare la recessione, a contrastare la crescita di nuove barriere e a lavorare per una conclusione rapida e ambiziosa dei negoziati del Doha Round

Cosa ne pensano gli Usa di tutto questo? Il neo segretario al Tesoro americano, Timothy Geithner, ha affermato che

E’ imperativo che lavoriamo insieme per ristabilire le condizioni normali dell’economia e dei sistemi finanziari

Quindi, almeno per una volta sembra che vadano tutti d’accordo.

Vai a| Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>