Imprenditoria giovanile, in arrivo nuovi fondi

di Redazione Commenta

Novità interessanti, e soprattutto positive, in fatto di imprenditoria giovanile. Infatti, è stato pubblicato l’avviso pubblico finalizzato a sostenere progetti e iniziative sostenute da imprenditori con un’età inferiore ai 35 anni e, così come ha confermato la Cisl, l’iniziativa risulta collegato al fondo Mecenati istituito già da tempo dal Ministero della Gioventù che ha destinato all’iniziativa quasi 40 milioni di euro.

Secondo le finalità del fondo si prevede che vengano cofinanziati la nascita o l’avvio di nuove imprese oppure progetti di imprese già costituite soprattutto nei settori dell’eco-innovazione, delle arti e dei mestieri tradizionali con attenzione alla responsabilità sociale d’impresa e alla promozione dell’identità italiana ed europea.

Non solo, il fondo si preoccuperà anche di definire premi, borse di studio ed esperienze formative per sostenere il talento, la creatività e la capacità d’innovazione anche in ambito culturale, artistico, della moda e del design con l’acquisizione o l’utilizzo di brevetti o il trasferimento tecnologico al fine di valorizzare i risultati della ricerca scientifica.

Il sito della Cisl ha posto in evidenza che i limiti di finanziabilità sono abbastanza interessanti visto che detto limite è stato fissato al 40% dei costi e fino ad un importo massimo di 3 milioni di euro.

I progetti devono essere di rilevanza nazionale e destinati ad essere attuati in non meno di tre Regioni, rispettando il principio delle pari opportunità tra uomo e donna.

Nel caso in cui i beneficiari siano imprese, come la centrale sindacale ha messo in evidenza, questi possono essere imprese individuali – il titolare deve essere un giovane di età inferiore ai 35 anni – o  società di persone – la maggioranza dei componenti della compagine sociale non deve superare i 35 anni di età e deve detenere la maggioranza delle quote – o ancora società di capitali – almeno i due terzi delle quote del capitale sociale devono appartenere a giovani sotto ai 35 anni i quali devono essere almeno i due terzi dei soci e devono costituire almeno i due terzi del totale dei componenti dell’organo di amministrazione.

È anche prevista la possibilità di partecipazione delle società in forma cooperativa e in questo caso, è anche necessario dimostrare che i giovani di età inferiore ai 35 anni devono costituire la maggioranza numerica dei soci e devono rappresentare la maggioranza del Consiglio di Amministrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>