Lavorare come croupier

di Gio Tuzzi Commenta

Tutti i dettagli a proposito di un argomento più complesso di quanto si immagini

Il mondo del casinò ha un fascino unico nel suo genere. Le sue atmosfere hanno ispirato romanzieri, registi, musicisti e pittori. Intorno alle sale da gioco si è costruito un immaginario tutto particolare, riconoscibilissimo e ormai mitico. Uno dei soggetti che meglio incarnano questo mondo è il croupier. Quella del croupier è una figura elegante e raffinata, dai modi gentili. Compassato e impassibile, velocissimo nel calcolo e abilissimo nella manualità, il croupier all’interno del casinò diventa una sorta di maestro delle cerimonie. È colui che conosce ogni dettaglio del regolamento e ogni formula del rito, è lui che proclama “Les jeux sont faits, rien ne va plus”.

Lavorare come croupier

Il croupier è diventato una sorta di figura mitica e romanzesca, ma nella vita reale quali doti occorre avere per lavorare in questa posizione? Quale preparazione? Quali sono le prospettive che si aprono per un giovane che si appresta a scegliere questa professione? Quali i vantaggi e quali gli svantaggi? Lo vediamo insieme in questo articolo.

Il croupier si occupa principalmente di servire al tavolo da gioco. Ha il compito di accettare le scommesse dei giocatori, di controllare le puntate e di pagare infine le vincite. Questo è un lavoro perfetto per chi ama la socialità e le lunghe nottate al casinò. Il lavoro del croupier può dare infatti delle buonissime soddisfazioni economiche. Il mercato del gioco è un settore che vede evoluzioni molto interessanti. Negli ultimi anni le piattaforme dedicate al casinò online hanno portato moltissimi cambiamenti all’interno del settore del gioco. È cambiato molto il rapporto che i giocatori hanno con il casinò, il gioco è arrivato direttamente nelle loro case, a portata di smartphone. Si potrebbe pensare che in un quadro come questo la figura del croupier perda di importanza, ma non è affatto così. Le ultime tendenze in materia di gioco online lo vanno dimostrando. I giocatori preferiscono sempre affidarsi a un vero croupier, anche quando giocano da casa. Si moltiplicano infatti i siti che permettono il gioco al casinò in live streaming, interagendo in modo diretto proprio con un croupier in carne ossa.

La figura del croupier resta quindi insostituibile. Tuttavia, croupier non ci si improvvisa, occorre possedere delle doti naturali e una specifica preparazione. Chiunque voglia fare il croupier deve essere una persona dotata un altissimo livello di concentrazione e deve avere una certa sicurezza in sé stesso. Deve possedere ottime capacità di calcolo e uno sguardo molto attento. Deve avere una buona manualità ed essere portato per il contatto diretto con il pubblico. Chi volesse intraprendere questa professione deve mettere in conto fin da subito di imparare l’inglese. Il croupier si trova molto spesso a interagire con clientela straniera, e non solo. La sua professione lo porterà a girare i casinò di tutto il mondo. La necessità di spostarsi per lavorare all’estero potrebbe sembrare un vincolo che spaventa molti, ma ha anche un lato molto positivo: una volta appresa la professione, questa diventa spendibile nei casinò di tutto il mondo. Importante è anche la disponibilità a lavorare in notturna, passando molto tempo in piedi. Ultimo requisito, ma fondamentale, è quello di avere la fedina penale pulita.

Per diventare croupier occorre seguire un piano di formazione full immersion, che va dalle 6 alle 8 settimane. Durante queste settimane si studiano la teoria e i diversi regolamenti di ogni gioco, si ripetono anche diversi esercizi pratici per sviluppare maggiore manualità al banco. Il croupier classico si concentra in particolare sulla Roulette Francese, lo Chemin de Fer e il 30/40. Un “dealer” invece imparerà a conoscere i grandi classici del casinò americano, quindi la Roulette Americana, il Black Jack e il Craps. Chi vuole specializzarsi professionalmente in ambito pokeristico diventerà invece un “Pokerboy”.

Lavorando come croupier si guadagna sin da subito uno stipendio che supera i 1.000 euro mensili, senza contare ovviamente le mance che si possono ricevere all’evenienza. Col tempo gli stipendi si alzano in modo significativo, attestandosi sui 3.500 euro al mese, arrivando persino ai 10.000 euro al mese. Ogni casinò ha infatti i suoi standard e i casinò di altissimo livello garantiscono paghe molto alte a un croupier. Tutto sta alla sua professionalità, alla sua preparazione e alla sua abilità, alla sua capacità di relazionarsi con il pubblico. In particolare, viene premiato chi dimostra affabilità, ma anche un sangue molto freddo. Il croupier deve essere gentilissimo, ma allo stesso tempo anche una persona irremovibile e molto severa. Servono molto impegno e altrettanto carisma.

Lavorare come croupier

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>