Lavorare in Francia – Come aprire un’attività

di Redazione Commenta

A pochi passi dell’Italia c’è una nazione che per molti italiani ha da sempre costituito un grande polo di  attrazione: la Francia. La Francia è infatti una delle nazione di maggiore peso nello scacchiere europeo e per questo motivo viene da sempre presa in considerazione da coloro che vogliono trasferirsi a vivere e lavorare all’estero. Negli ultimi tempi anche questa nazione è stata colpita dai rovesci della crisi economica, ma il momento peggiore è oramai alle spalle e la Francia si nuove verso un nuovo periodo di dinamicità economica. Per questo motivo anche questo paese può essere scelto da coloro che hanno intenzione di avviare un’attività all’estero, per dare vita ad una propria idea imprenditoriale. 

Lavorare in Francia – Documenti e permessi necessari

In questo post vi daremo quindi una serie di informazioni utili su come avviare la vostra attività imprenditoriale in Francia, suggerendovi dove reperire le informazioni necessarie e come muovere i primi passi.

Lavorare in Francia – Come cercare lavoro

 Come aprire un’attività in Francia

La Francia, paese non molto distante dall’Italia, ha al momento una economia forte e stabile, che nonostante la crisi economica ha saputo ritornare ai ritmi di un tempo. Inoltre, nella lista dei paesi del mondo in cui è più facile avviare un’impresa, stilata dalla Banca Mondiale, la Francia si trova solo al 38 esimo posto, un buon risultato se di pensa che l’Italia è al 65 esimo posto.

Un lato positivo della Francia, inoltre, per chi vuole impiantare un nuovo business è che condizioni climatiche e abitudini sono molto simili a quelle dell’Italia, quindi tale passaggio non dovrà essere affatto traumatico. Inoltre, vista la vicinanza all’Italia, è più facile disporre di una rete di amicizie e conoscenza che può tornare sempre utile in questi casi.

Per muovere i primi passi in Francia da imprenditori è necessario in primo luogo reperire le informazioni necessarie sul sito internet ufficiale francese www.invest-in-france.org. La seconda cosa da fare, invece, sarà quella di recarsi presso il CFE, il Centre de formalités des entreprises, lo sportello unico che gestirà tutte le pratiche per l’avvio della vostra attività. Il costo totale dovrebbe aggirarsi intorno ai 350 euro.

Lo step successivo sarà costituito dalla scelta della forma giuridica da assegnare alla vostra attività. Ovviamente questa scelta dovrà essere però condizionata anche da due altre scelte preventive:

  • la scelta della tipologia di attività da avviare
  • la scelta del luogo in cui avviare la vostra attività.

Tra le diverse forme giuridiche a disposizione degli imprenditori in Francia ci sono:

  • Entreprise Individuelle (EI)
  • Entreprise Individuelle à responsabilitèe limitèe (EIRL)
  • Entreprise Unipersonelle à responsabilitèe limitèe (EURL)
  • Sociètè à Responsabilitè limitèe (SARL)
  • Société par actions simplifiée (SAS).

Indispensabile sarà poi avere a disposizione il proprio business plan e compiere tutti gli adempimenti burocratici, in seguito ai quali la vostra azienda riceverà un numero identificativo, il SIRET. Per gestire al meglio il vostro business dovrete inoltre avere a disposizione un conto corrente bancario, che vi aiuterà nelle operazioni di pagamento.

Le altre necessità di una nuova azienda sono infine quelle che potrete incontrare in ogni altri paese estero, come l’inaugurazione, la promozione e la scelta di eventuali collaboratori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>